Emergenza occupazionale alla Ilmas di Sutrio

Oggi, sabato 26 novembre, presso la Sede della Comunità di Montagna della Carnia a Tolmezzo, le Segreterie della FIM-CISL e FIOM-CGIL, rappresentate rispettivamente da Liduino D’Orlando e David Bassi, assieme ai lavoratori della Ilmas di Sutrio, hanno incontrato una rappresentanza delle istituzioni locali e regionali e per affrontare il problema dell’attuale emergenza occupazionale dell’azienda della Val del But.

I sindacalisti, ricordando la dichiarazione aziendale di esuberi ufficializzata in un recente incontro, ( ben 15 Lavoratrici su poco meno di 50 dipendenti) hanno proposto un percorso di ricollocazione per le maestranze, attraverso percorsi formativi di riqualificazione , presso altre attività produttive del territorio carnico che manifestassero l’interesse di assorbire quanti sono stati dichiarati in esubero.

“È doveroso fare rete fra lavoratori, imprese e politica” affermano Bassi e D’Orlando “per sostenere l’occupazione in Carnia perchè un posto di lavoro qui vale il doppio rispetto alla Bassa dove le possibilità di ricollocarsi sono indubbiamente maggiori.”

Concludono i due sindacalisti: “Alle istituzioni chiediamo di promuovere le politiche attive del lavoro per evitare di gestire le situazioni di crisi solo quando ormai è troppo tardi e le uniche “non” soluzioni restano la cassa integrazione e i licenziamenti collettivi”.