Elio arriva a Gemona e Tolmezzo per raccontare Enzo Jannacci

Tutto esaurito per Ci vuole orecchio, lo spettacolo che vede protagonista Elio che canta e recita Enzo Jannacci. Sarà, dunque, il pubblico delle grandi occasioni ad accogliere la tournée del cantante al via domani, venerdì 11 novembre, in cinque teatri del Circuito ERT: Codroipo, Spilimbergo, San Vito al Tagliamento, Tolmezzo (martedì 15 alle 20.45 al Teatro Candoni) e Gemona del Friuli (giovedì 16 alle 21 al Teatro Sociale).

Accompagnato da una band di cinque elementi – Alberto Tafuri al pianoforte, Martino Malacrida alla batteria, Pietro Martinelli al basso e al contrabbasso, Sophia Tomelleri al saxofono e Giulio Tullio al trombone – e immerso in una coloratissima scenografia disegnata da Giorgio Gallione, Elio si cimenta in un viaggio nella carriera di Enzo Jannacci, forse il cantautore più eccentrico e personale della storia della canzone italiana, capace di intrecciare temi e stili inconciliabili: allegria e tristezza, tragedia e farsa, gioia e malinconia, sempre con uno squardo allo stesso tempo poetico e bizzarro. Nella serata non mancheranno i brani più conosciuti dell’artista di Lambrate, come Silvano, L’Armando o El purtava i scarp del tennis, ma Elio ha selezionato anche canzoni meno conosciute come Parlare con i limoni o Quando il sipario calerà. Il concerto-spettacolo sarà arricchito da scritti e pensieri di compagni di strada, reali o ideali, di Enzo Jannacci: da Umberto Eco a Dario Fo, da Francesco Piccolo a Marco Presta, a Michele Serra.