La fibra ottica ultraveloce di Open Fiber è arrivata a Uccea di Resia

La fibra ottica ultraveloce di Open Fiber è adesso disponibile a Uccea, frazione di Resia. La società di telecomunicazioni, concessionaria del bando pubblico di Infratel per la copertura delle aree bianche nella regione, ha consegnato a cittadini ed imprese una rete FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa), l’unica capace di abilitare tutti i servizi digitali di ultima generazione. A Uccea sono 30 le unità immobiliari connesse attraverso un’infrastruttura che si sviluppa per oltre un chilometro.

E’ un risultato importantissimo – dice il sindaco Anna Micelli -. Prima di questo evento a Uccea era quasi impossibile telefonare: la linea fissa saltava ad ogni temporale visto che la rete telefonica è vetusta e non era possibile neanche chiamare con il cellulare, tenuto conto che non vi è copertura telefonica mobile, neanche per agganciare il 112, quindi per effettuare una chiamata di soccorso. In questo modo potremmo dare una risposta ad una necessità primaria per agevolare i residenti ma anche chi ama Uccea e ogni settimana la frequenta. Inoltre è ora possibile pensare a progetti che possano, attraverso la presenza della fibra aiutarci magari a far arrivare nuovi abitanti”.

Open Fiber sta realizzando nelle cosiddette “aree bianche” oggetto dei tre bandi Infratel, con il contributo economico delle Regioni, un’infrastruttura che punta a ridurre il divario digitale fornendo servizi di connettività a banda ultra larga in circa 8,2 milioni di abitazioni in Italia. L’infrastruttura rimarrà di proprietà pubblica e sarà gestita in concessione da Open Fiber per 20 anni. Complessivamente, il piano coinvolge oltre 6.200 comuni nel Paese.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso. I cittadini interessati non devono far altro che verificare sul sito www.openfiber.it la copertura del proprio civico, scegliere il piano tariffario preferito e contattare uno degli operatori disponibili per poi iniziare a navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. In base a quanto previsto dai bandi pubblici, la rete di Open Fiber nei comuni delle aree bianche si ferma fuori dalla proprietà privata, fino ad un massimo di 40 metri di distanza dall’abitazione. Quando il cliente finale ne farà richiesta, sarà l’operatore selezionato a contattare Open Fiber, che a quel punto fisserà un appuntamento con lo stesso utente, con l’obiettivo di portare la fibra ottica dal pozzetto stradale fin dentro la sua abitazione. Al termine dell’operazione, l’utente potrà usufruire di molteplici servizi innovativi come lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina, i servizi avanzati della Pubblica Amministrazione e di tante altre opportunità generate dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, l’unica capace di arrivare a una velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo e che abilita una vera rivoluzione digitale grazie alla migliore tecnologia disponibile sul mercato.