Elezioni Arta Terme, il ministro Garavaglia in visita

Riceviamo dalla parlamentare Aurelia Bubisutti e pubblichiamo.

Ieri si è svolta la visita del ministro del turismo Massimo Garavaglia ad Arta Terme e al plesso del benessere di vallata che per anni è stato un centro di caratura nazionale ed ora, dopo un periodo di flessione negli scorsi anni, sta recuperando numeri e l’antico prestigio. A fare gli onori di casa, il candidato sindaco Andrea Faccin e Chiara Gortani, presidente del Consorzio Turistico Arta Terme Benessere Alpino. Presenti anche la parlamentare Aurelia Bubisutti e il presidente della Regione Massimiliano Fedriga.

«Orgogliosi di questa struttura e concentrati su una crescita del territorio che deve ripartire da qui – ha commentato Faccin, maratoneta solitario nella corsa delle amministrative di giugno -. Si è fatto molto e ancora molto andrà fatto. Siamo pronti ad un lavoro organizzato e ben programmato che mira a riportare Arta Terme tra i centri turistici più scelti a livello nazionale».

Bilancio positivo e dipinto della realtà turistica locale molto preciso quello di Chiara Gortani: «Il mercato del turismo slow cerca le nostre destinazioni, piccole, che offrono qualità, in cui il turista viene accolto, incontra e si confronta con le persone del luogo. La montagna è un territorio anche fragile e difficile, dove fare impresa è diverso, ma noi imprenditori ci siamo, siamo consapevoli delle sue potenzialità e siamo pronti a investire, con le prospettive che la Regione ci può dare. Chiediamo di non essere relegati come cittadini periferici e che non manchino sovvenzioni ed aiuti al settore per poter garantire permanenza e crescita».

Plauso di Garavaglia alla struttura e alla cittadina termale che, al suo occhio attento, hanno rivelato il potenziale in luce e dimostrato quanta bellezza e potenzialità ci sia in Italia: «Come già detto oggi, le vostre vallate hanno una marcia in più che deve solo essere ingranata. Guardo con fiducia a questa terra», ha aggiuntoo il ministro.

Soddisfazione di Garavaglia e dei locali amministratori per l’avanzamento del cantiere esterno delle terme, volto alla valorizzazione e ampliamento del centro benessere. Per questi lavori sono stati stanziati dalla Regione circa 6 milioni di euro.