Economia forestale collaborativa in Carnia, se ne parla a Tolmezzo

Venerdì 16 dicembre, a partire  dalle 15, nella sala conferenze della Comunità di Montagna della Carnia a Tolmezzo, si svolgerà il primo incontro pubblico incentrato su tematiche ambientali di grande attualità, cui ne seguiranno altri due il prossimo anno. L’appuntamento d’esordio ha per titolo “Economia forestale collaborativa in Carnia. Il progetto NET.Fo e l’idea di Forest sharing per rilanciare la gestione sostenibile dei nostri boschi”.

L’evento e organizzato dal Consorzio Boschi Carnici, nell’ambito del progetto “NET.Fo – Net of forests”, e si pone come obiettivo la sensibilizzazione e l’approfondimento della tematica  del “Forest sharing” in Carnia. Questa è, infatti, la volontà del presidente del Consorzio Luigi Cacitti, che si dichiara soddisfatto dello stato dei lavori, coordinati dal direttore dell’ente Erika Andenna e volti alla crescita dell’area boschiva della Carnia in termini di sostenibilità.

L’invito a partecipare all’incontro è rivolto a tutta la popolazione e in particolare ai proprietari boschivi, tecnici e amministratori della Carnia.
In particolare il Progetto NET.Fo, in cui rientra l’incontro del 16 dicembre, coordinato dal Consorzio Boschi Carnici e finanziato dal GAL EuroLeader e dalla Regione FVG con fondi PSR, mira ad implementare il concetto di  “Forest sharing” in Carnia sia nell’ambito della  gestione forestale ordinaria che in situazioni di emergenza, legate in particolare all’infestazione del bostrico sull’abete rosso. Il progetto di “Forest sharing“ propone una pianificazione innovativa grazie a nuove metodologie di raccolta dati ad alto contenuto tecnologico, con l’obiettivo di mettere a fattor comune le proprietà pubbliche e quelle private in due aree pilota, ovvero il Monte Rest (gestione ordinaria) e Treppo Ligosullo (gestione emergenziale causa bostrico).