Dogna, Festa del Ricordo per i 20 anni della Protezione Civile

In questi anni, il territorio di Dogna si è rivelato in tutta la sua fragilità: il terremoto del 1976, l’alluvione del 1996 e quella del 2003 hanno messo a dura prova il paese e la sua gente. Nonostante questi eventi, la piccola comunità (Dogna conta ora meno di duecento abitanti) ha saputo reagire dimostrando caparbietà e tenacia.

A fianco della popolazione, durante le emergenze, c’è sempre stato il Gruppo comunale di Protezione civile: una squadra di persone affiatate e motivate che ha saputo distinguersi per competenza e sensibilità.

A festeggiare questo gruppo, sabato 6 agosto, ci sarà l’intera comunità.

In occasione della “Giornata del Ricordo” saranno celebrati i primi vent’anni di attività e verranno ricordati alcuni degli eventi che hanno messo a dura prova il territorio di Dogna: il terremoto del 1976 e l’alluvione del 1996.

Le iniziative in programma prenderanno il via alle ore 10.00 quando, presso la Sede sita in via Montasio, è previsto l’arrivo dei gruppi e dei volontari che hanno operato a Dogna durante il terremoto del 1976 e durante l’alluvione del 1996.

Alle ore 11, verrà dato spazio agli interventi delle autorità.

Alle ore 11.30, si terrà la visita alla Sede e l’inaugurazione della Mostra fotografica che, oltre a ripercorrere le tappe più significative della vita del Gruppo, ricorderà anche l’opera dei numerosi volontari.

Alle ore 14.00, dopo il pranzo che si terrà presso il “Tendone festeggiamenti”, verranno consegnati i riconoscimenti ai gruppi che hanno operato durante il terremoto del 1976 e l’alluvione del 1996.

Sarà una giornata all’insegna della solidarietà e della memoria, nel solco di due valori che stanno lentamente scomparendo nella nostra società: la gratitudine e la riconoscenza.