Dedicato al “Gei” il Lunari 2016 di Cercivento

lunari cercivento grandeIl Circolo Culturale ‘La Dalbide’ di Cercivento, 35 anni di presenza sul territorio, ha realizzato, come accade da anni, il lunari pal 2016.
Una presenza che scandisce lo scorrere dei giorni con i santi, le feste tradizionali, le fasi lunari e soprattutto un attrezzo che per anni e anni ha massacrato la schiena dei carnici: la gerla.

Nella curata veste grafica della Tipografia Cortolezzis di Paluzza, le fotografie d’archivio sposate ai vivi disegni di Alessandra Silverio aprono di mese in mese una finestra sull’inseparabile compagno di fatica di molta gente della montagna.

“Il gei assume un valore e un significato che vanno al di là della sua forma, della sua struttura, della sua immagine più o meno retorica: diviene testimonianza di vita, presenza – spiegano i promotori – Sotto il peso del gei si è piegata per anni e anni la schiena della nostra gente che con sacrificio, sudore, caparbietà, contro tutto e contro tutti, ha continuato a battere sentieri, a falciare prati, a lavorare campi, a costruire case.  Dietro al gei c’è la storia di un popolo che ha sempre combattuto per sopravvivere con grande dignità e coraggio; il gei quale simbolo della volontà e della voglia di vivere della gente di montagna”.