Dall’Uti della Carnia contributi per scuole, sentieri, bivacchi e rifugi

Arrivano i contributi concessi dall’UTI della Carnia a favore degli Istituti Scolastici del territorio e quelli dedicati ad interventi di manutenzione dei sentieri e di ricostruzione e ammodernamento di rifugi e bivacchi.

Per quanto riguarda il settore scolastico, l’importo complessivo è di 19.000 euro, 11.500 dei quali per attività didattiche, realizzazione di progetti e ampliamento delle offerte formative agli studenti. I restanti 7.500 euro sono riservati, invece, alle spese di trasporto per uscite didattiche e sportive. Con questo intervento le scuole della Carnia potranno migliorare la propria offerta formativa, rendendola attrattiva, specifica e unica per la montagna.

Inoltre, grazie al Patto Territoriale 2018-2020 siglato lo scorso 5 aprile tra la Regione Friuli Venezia Giulia e l’UTI della Carnia, sono stati trasferiti 40.000 euro da destinare ad interventi di manutenzione dei sentieri e lavori di ricostruzione e ammodernamento di rifugi e bivacchi, quale contributo alla Commissione Giulio Carnica Sentieri Rifugi e Opere Alpine per il rimborso delle spese relative agli interventi svolti nel corso del 2018.
È stato rilevato dall’UTI della Carnia un forte interesse a livello comprensoriale nel mantenere gli standard di percorribilità e sicurezza dei sentieri alpini, nonché la manutenzione e l’ammodernamento dei rifugi e dei bivacchi. Questo investimento consentirà di migliorare l’offerta del turismo lento in montagna, uno dei quattro temi che l’Unione carnica ha rilevato come portante all’interno del proprio Piano dell’Unione per il triennio 2018-2020.

Commenta con Facebook