Dalla Regione 1,4 milioni di euro per i progetti dei piccoli comuni montani

«Grande svolta per il finanziamento degli appalti di progetti pubblici dell’Alto Friuli. Svariati milioni per coprire le spese di progettazione definitiva degli interventi più urgenti e supportare economicamente i piccoli e medi Comuni. Con questo ultimo rinforzo che si aggira intorno ai 4.000.000 di euro, di cui 1.400.000 destinati alla montagna, la Regione va ad intervenire sulle criticità o progetti di miglioria necessari e dimostra di avere a cuore l’Alto Friuli e le realtà più fragili».

Stefano Mazzolini

É il vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Mazzolini ad annunciare lo stanziamento di questa nuova tranche di fondi per molti progetti, che si somma ai 15.000.000 di euro già elargiti dalla camera Fvg per tale funzione.
Andando nello specifico, ad Artegna spettano 173.200 euro per la riqualificazione ed efficientamento energetico del plesso sportivo così come al Comune di Cavazzo Carnico per il centro polifunzionale e il parco. Enemonzo beneficerà di 58.000 euro per il miglioramento dell’illuminazione pubblica e Trasaghis avrà 438.000 euro per il miglioramento e manutenzione della ciclabile sulla strada di Bottecchia.
Anche Forni Avoltri riceve lo stanziamento (170.000 euro) per la viabilità alternativa per le frazioni di Collina, Frassenetto e Sigilletto, mentre il vicino comune di Rigolato con 82.000 euro potrà mettere in sicurezza le strade verso le frazioni comunali. A Socchieve per la tutela di acque e terreni sono stati assegnati 115.000 euro e ad Amaro per la sistemazione della strada Lisagno 158.000. A Lauco andranno 30.000 euro per la messa in sicurezza della viabilità per le frazioni.

«Sono i numeri del fare – dice Mazzolini -. In questo mandato non abbiamo mai smesso di garantire la presenza sul territorio regionale per poter valutare le esigenze d’intervento. Un occhio di riguardo alla montagna e alle zone più periferiche per dare il segnale che nessuno è escluso dal disegno di mantenimento e rilancio del territorio. É questa una parte dello sforzo per portare tutto il Fvg ad un livello di competitività infrastrutturale e logistica che porti la nostra Regione a degli standard elevati e permetta quindi uno sviluppo dell’indotto e del turismo nei tempi più stretti possibili nonché garantire a chi vive in montagna sempre più servizi», conclude Mazzolini.

(nella foto di copertina Givigliana, frazione di Rigolato)