Dal Comune di Chiusaforte 36.000 euro a favore delle attività economiche

Il Comune di Chiusaforte ha stanziato un contributo a fondo perduto per complessivi 36.000 euro a favore delle attività economiche che ne hanno fatta richiesta, nel rispetto dei contenuti del bando pubblico. Riguarda in particolare le spese sostenute nel 2021 a copertura dei costi di gestione, anche in considerazione della pandemia legata al Covid.
“In particolare 13.000 euro sono derivanti da fondi nazionali trasferiti ai Comuni e legati ai sostegni nell’ambito della strategia nazionale per le zone di disagio, in questo caso montane, mentre una successiva integrazione di 23.000 euro è stata decisa dalla giunta comunale con fondi propri di bilancio”, spiega il sindaco Fabrizio Fuccaro.

Tredici le richieste soddisfatte, sei delle quali a Sella Nevea, altrettante nel capoluogo e una in Val Raccolana, sulla base delle spese documentate e la regolarità delle dichiarazioni fornite dalle ditte, effettuate le verifiche previste e acquisita la documentazione giustificativa uguale o superiore all’entità del contributo assegnato. Il contributo erogato ammonta a 2800 euro per dodici attività, 2380 euro per la rimanente. Le spese ammesse riguardano i costi di gestione, l’acquisto di attrezzature, quelli dei dipendenti e gli oneri contributivi.

“Tra qualche settimana pubblicheremo un altro bando riferito alle spese delle attività per l’anno 2022, considerando anche la congettura economica negativa e l’aumento dei costi energetici – aggiunge Fuccaro -. Contiamo di allargare la platea dei beneficiari e valutare la copertura dei sostegni con nuove risorse di bilancio”.