Dai Lions dell’Alto Friuli una raccolta di farmaci da banco contro la povertà sanitaria

Si stima che nel 2021 gli italiani colpiti dalla cosìddetta “povertà sanitaria” superino le 600.000 unità, in crescita del 37% rispetto all’anno precedente. Contemporaneamente la guerra in atto in Ucraina ha creato enormi disagi. 

Per contribuire a far fronte a queste emergenze, i Lions dei Club di Gemona Celti, Tolmezzo Canal del Ferro Valcanale, Venzone via Julia Augusta e Tarvisio Giovane Europa e la Onlus “We Serve distretto 108 ta2” si  mobilitano per promuovere una raccolta di farmaci da banco, acquistabili  senza la prescrizione medica, che si svolgerà da lunedì 20 a sabato 25 giugno in collaborazione con 20 farmacie presenti sul territorio. L’iniziativa gode del patrocinio di Federfarma Udine. 

Le farmacie aderenti esporranno sulle loro vetrine la locandina che pubblicizza l’evento e al loro interno verrà collocato un raccoglitore personalizzato, con l’indicazione della tipologia di farmaci che è consentito donare, che sono Antipiretici (capsule e sciroppi), Antinfiammatori, Antidolorifici (capsule – bustine – cerotti – pomate per contusioni e cicatrizzanti), Medicazioni (disinfettanti – garze – cerotti), Colluttori e colliri, Sciroppi – Pastiglie per tosse e mal di gola (per adulti e bambini), Fermenti lattici e vitamine.  

Parte dei medicinali raccolti saranno destinati agli ucraini residenti temporaneamente in Friuli e una parte significativa verrà distribuita in loco attraverso la rete di solidarietà sociale rappresentata dalla Caritas di Gemona, Tarvisio e Tolmezzo e da Aedis Onlus attivi sul territorio.  

“Siamo convinti che anche in questa occasione la Carnia, il Gemonese e il Tarvisiano dimostreranno la loro sensibilità e generosità, rispondendo  positivamente all’appello dei Club della zona”, dicono dai Lions.

CLICCA QUI PER L’ELENCO DELLE FARMACIE ADERENTI

RadioAttiva“, la trasmissione di Radio Studio Nord condotta da Cristian Comelli in onda da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, ha ospitato Salvatore Bellanti e Giacomo Beorchia che hanno spiegato l’iniziativa nel dettaglio.
Proponiamo l’audio e il video.