Dai controlli della Polizia Stradale di Udine emerge un quadro delle condotte illecite più frequenti

A seguito della intensificazione dei servizi di controllo nella settimana dal 21 al 27 gennaio, le pattuglie della Polizia Stradale di Udine in servizio di vigilanza hanno controllato 665 veicoli e 245 persone sono state sottoposte ad accertamenti con etilometro o precursore. Le infrazioni complessivamente elevate sono state 353 con 629 punti decurtati; le patenti di guida ritirate sono state 8, le carte di circolazione 4.

Durante il servizio “Stragi del Sabato Sera”, svolto in collaborazione con il personale dell’Ufficio Sanitario della Questura di Udine, per verificare lo stato psicofisico dei conducenti, in particolare per l’assunzione di alcool o sostanze stupefacenti, sono stati controllati 68 veicoli e 73 persone, elevati 18 contesti al Codice della Strada e sono stati decurtati 46 punti dalla patente.
Un utente è stato trovato alla guida con un tasso di alcol nel sangue superiore al limite di legge.
Un’autovettura è stata sottoposta a sequestro, con il contestuale ritiro della patente e della carta di circolazione.

Centotrentanove sono stati i soccorsi prestati a conducenti in difficoltà e 9 gli incidenti stradali rilevati, di cui 4 sulla viabilità ordinaria e 5 su quella autostradale, di cui 3 con lesioni. A tale proposito, la Polizia Stradale ha focalizzato i controlli sull’uso delle cinture di sicurezza, in modo tale da prevenire le gravi lesioni che conseguono in caso di incidente stradale, ed in esito all’attenzione che gli agenti mettono in atto nei confronti dei viaggiatori, sono state riscontrate 29 infrazioni; 15 sono gli utenti sanzionati perché sorpresi alla guida con l’uso del telefono. A tale proposito emerge il caso di una patente di guida ritirata dai poliziotti, per la successiva sospensione; dopo aver fermato il titolare mentre si trovava alla guida e contemporaneamente era intento in una conversazione telefonica senza fare un uso corretto dell’apparecchio cellulare, hanno rilevato che l’uomo, 50enne udinese, nello scorso anno era stato sanzionato per la stessa condotta.

Altro caso degno di nota è quello di un conducente straniero trovato alla guida del proprio veicolo ancora risultante immatricolato in Francia, nonostante l’uomo fosse residente in Italia da oltre 60 giorni, in base alla nuova normativa entrata in vigore nelle scorso mese di dicembre, il soggetto, oltre ad aver ricevuto il verbale di contestazione dell’illecito, dovrà optare se nazionalizzare il veicolo oppure trasferirlo all’estero.

Viste le condizioni meteo che hanno interessato nello scorso weekend le zone alpine della nostra provincia, il 27 gennaio è stato attivato per circa 4 ore il blocco del transito dei mezzi superiori a 75 quintali sulla tratta autostradale A23 Nord tra Udine Sud e Udine Nord, dalle ore 23.50 circa, come previsto dall’attuale “Piano Neve”.

Nel corso di questa settimana, sarà in atto il servizio di “Alto Impatto” riguardante il controllo dei veicoli e delle scorte dei Trasporti Eccezionali in transito sulla rete autostradale di competenza della Polizia Stradale di Udine, al fine di garantire che la circolazione di tali mezzi avvenga nella massima sicurezza dei conducenti in transito e verificare il rispetto della normativa e delle autorizzazioni previste.

Commenta con Facebook