Sospesi i nuovi ricoveri extra Covid all’Ospedale di San Daniele

“A seguito della necessità di considerare alcune sezioni dell’ospedale di San Daniele aree Covid, l’attività è stata rimodulata ovvero non potranno essere effettuati più nuovi ricoveri, né programmati né urgenti. Sono state quindi sospese temporaneamente le attività per i pazienti non affetti da Covid-19 ad esclusione del punto nascita con la pediatria, le attività ambulatoriali e il pronto soccorso per la sola fase valutativa. Le urgenze verranno dirottate sul presidio di Tolmezzo e di Udine”.

Lo ha confermato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che “Asufc sta studiando come dirottare l’attività chirurgica programmata prevista a San Daniele su Tolmezzo e Udine, dove esistono spazi adeguati, con la temporanea rotazione delle equipe mediche”.

SPITALERI “L’annuncio della chiusura praticamente totale dell’ospedale di San Daniele colpisce al cuore ed è la conferma di un potente allarme lanciato nei giorni scorsi quando abbiamo espresso preoccupazione perché il Covid era entrato negli ospedali. Speravamo in un atto di trasparenza dell’assessore Riccardi ma abbiamo ricevuto in risposta il solito muro di silenzio”.

Lo scrive in una nota il componente della commissione Paritetica Stato-Regione Fvg Salvatore Spitaleri (PD).

“La situazione è gravissima ma – evidenzia Spitaleri – gli appelli all’unità e alla condivisione hanno senso se chi li fa è credibile. Riccardi non lo è per come ha gestito finora le crisi: dalla rendicontazione dei fondi statali, alla questione delle case di riposo, alla solitudine dei dipartimenti di prevenzione, al mancato coordinamento con sanità territoriale e amministratori locali. Nella Giunta regionale c’è un assessore che – puntualizza Spitaleri – tardivamente scopre il dialogo con le organizzazioni sindacali, chiede unità all’opposizione che ha insultato fino al giorno prima dai banchi del Consiglio regionale, scopre che c’è una emergenza personale sanitario nonostante i fondi statali stanziati a maggio”.

“Al personale sanitario di San Daniele – aggiunge Spitaleri – cui sono legato per le lunghe battaglie spese per la sua valorizzazione fino dagli anni 90, tutta la solidarietà. A chi è stato colpito dal Covid l’incoraggiamento e l’augurio, a tutta la cittadinanza l’invito a rispettare le norme che il Governo ha disposto per proteggere la salute”.

Commenta con Facebook