Corsa, il Memorial Pinzan di Ovaro esalta Lorenzo Buttazzoni e Francesca Patat

Si è gareggiato nel pomeriggio di sabato 3 settembre a Ovaro per la 48a edizione del Memorial Luigi Pinzan di corsa in montagna, organizzato dalla locale Unione Sportiva e valida quale settima prova dello storico Trofeo Michele Gortani, che a sua volta ha festeggiato il 54º compleanno.

Buona la partecipazione numerica (144 al via), considerato che in molte categorie i punteggi individuali ormai acquisiti nelle precedenti prove non esigevano la presenza di quanti hanno già consolidato il loro primato e più che eccellenti alcune prestazioni individuali.

Giuseppe Calligaro (Aldo Moro), il più anziano in gara e sempre presente a Ovaro

La prova assoluta maschile, sul tracciati di 9700 metri, è andata a Lorenzo Buttazzoni delle Aquile Friulane in 41’52”, con Patrick Merluzzi dell’Aldo Moro secondo a 33″ e Marco Nardini della Timaucleulis terzo a 1’31”. Fra le donne, impegnate sui 5300 metri, si è imposta in 28’25” Francesca Patat del Val Gleris, che ha preceduto di 29″ Francesca Gariup del gs Natisone e di 42″ Chiara Banelli dell’Aldo Moro. Successi di categoria per Chiara Pavoni e Gioele Nardini (cuccioli), Zoe Pividori e Samuele Novaretti (esordienti), Cristina Treu e Raffaele Trinco (ragazzi), Laura Pavoni e Sebastiano Fon (cadetti), Gaia Leban e Andrea Sdraulig (allievi), Elisa Gortan e Fabio Blanzan (junior), Francesca Patat e Lorenzo Buttazzoni (senior), Orietta Gressani e Patrick Merluzzi (amatori A), Silvia Degano e Marco Primus (amatori B), Paola Grion e Roberto Midena (veterani A), Edda Spangaro e Paolo De Crignis (veterani B). Tra le società si impone il gs Natisone davanti a Stella Alpina e Mario Tosi.

Da segnalare in particolare tre record di categoria: Cristina Treu (Moggese) ha abbassato di 3″ dopo 25 anni il tempo realizzato dalla compagna Manuela Moretti nel lontano 1997, Silvia Degano (Aquile Friulane) ha limato di quasi due minuti il precedente record di Giada Dorigo, mentre Patrik Merluzzi ha migliorato di 43″ il tempo realizzato lo scorso anno.

Perfettamente gestita dallo staff tecnico del CSI di Udine, la gara si è dipanata nel rigoroso rispetto dei tempi prefissati, senza inconvenienti di sorta, con la preziosa assistenza sanitaria del dott. Pietro De Antoni affiancato dalla Sogit di Rigolato, tutti fortunatamente inoperosi.

Podio Senior maschile

Al termine della gara tutti i protagonisti, lasciata la tradizionale ospitalità della piattaforma polivalente del centro polisportivi di Spin di Ovaro, si sono recati sotto il tendone nella vicina Lenzone, dove erano in corso i festeggiamenti per la Madonna del Carmine, per il consueto pasta-party, offerto dalla Pro Ovaro. Alle premiazioni, coordinate da Mario Sopracase, ideatore della manifestazione e in prima fila dal lontano 1973, hanno presenziato il sindaco di Ovaro Lino Not, Adriano Zanchetta e Gianluigi di Giusto del CSI di Udine, Andrea Straulino dell’US Ovaro con il direttore di gara Placido Felice, il presidente della Pro Ovaro Alberto Soravito con la consigliera Speranza De Caneva. A pochi metri di distanza, impegnato alle griglie della sagra del paese, ha portato idealmente il suo saluto Marco Bitussi, nipote di Luigi Pinzan, da sempre tangibilmente disponibile a sostenere, assieme al Comune e ai frazionisti di Lenzone, la gara dedicata a una persona indimenticabile prematuramente scomparsa.

CLASSIFICHE