Coronavirus, dal Comune di Verzegnis l’impegno a non escludere nessuno

Le numerose richieste telefoniche da parte dei cittadini di Verzegnis agli uffici comunali rivelano l’estrema preoccupazione della popolazione che, in questo momento di crisi, si trova ad affrontare situazioni di reale emergenza.
L’amministrazione comunale fornisce pertanto alcune indicazioni di massima per dare un segnale di vicinanza e tranquillizzare i propri concittadini che sono in trepida attesa di risposte urgenti e aiuti immediati.

L’esigenza più allarmante manifestata dalla popolazione riguarda la possibilità di accedere alle “misure di solidarietà alimentare” destinate alle famiglie in difficoltà economica. Il sindaco Andrea Paschini desidera rassicurare questa categoria di utenti annunciando l’imminente pubblicazione dell’avviso che definisce criteri e modalità di assegnazione dei “buoni spesa”. Il sito internet del comune e gli uffici comunali, probabilmente entro questa settimana, forniranno tutti i dettagli e la modulistica per farne richiesta.

Rimane inoltre urgente e sentita tra la gente la necessità di mascherine, soprattutto ora che in Friuli Venezia Giulia è diventato obbligatorio l’utilizzo di una protezione a copertura di naso e bocca (anche con semplici sciarpe o foulard) quando ci si reca nei negozi per fare la spesa. A tal proposito il sindaco chiarisce che si è provveduto a distribuire 54 confezioni di mascherine fornite dalla Protezione Civile Regionale dando priorità alle persone affette da patologie e ultraottantenni autosufficienti in grado di provvedere autonomamente alle proprie esigenze quotidiane, come appunto fare la spesa. Con le successive forniture di mascherine si provvederà man mano alla loro distribuzione coprendo in modo capillare tutta la popolazione.

Un’ultima precisazione per i lavoratori autonomi che sono invitati a rivolgersi alle proprie associazioni di categoria per conoscere i sussidi a loro destinati. L’art. 65 del DL 18/2020, infatti, prevede per i soggetti esercenti attività d’impresa non espressamente esclusi dal DPCM 11 marzo 2020, un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1; inoltre l’art. 5 della L.R. 3/2020 prevede misure a favore delle imprese dei settori ricettivo, turistico, commercio e dei servizi connessi a tali settori i cui criteri e modalità di erogazione sono individuati nella Delibera di Giunta regionale n. 489 dd. 30.03.2020.

“L’impegno di tutti, è quello di non escludere nessuno – si legge in una nota –. Per fare questo l’Amministrazione comunale di Verzegnis si mette in ascolto e a disposizione dei propri abitanti, assicurando il proprio interessamento in modo da accelerare il più possibile il ritorno alla normalità”.

Commenta con Facebook