Con il Bando borghi del Pnrr pronti 7,2 milioni per sette comuni carnici

Arrivano ottime notizie per 7 comuni carnici dal bando riguardante la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici da finanziare attraverso il Pnrr.

Sono infatti stati stanziati oltre 7.200.000 euro, così suddivisi: 2.079.853 euro Paluzza (capofila con Sutrio), 1.960.000 euro Ampezzo (capofila con Preone e Socchieve), 1.600.000 euro Ovaro, stessa cifra per Prato Carnico.

“Ho dovuto rileggare più volte il documento per essere certo che fosse tutto vero – dice il vicesindaco di Paluzza Luca Scrignaro -. Due milioni di euro per i prossimi anni per attività culturali e ricreative, per rianimare il borgo e per interventi su immobili da destinare alle attività culturali stesse. È stato bellissimo lavorare, e tanto, per scrivere questo progetto: da oggi è ancora più bello”.

Grande soddisfazione viene espressa anche dall’assessore di Prato Carnico Gino Capellari: “E poi all’improvviso arriva un messaggio su WhatsApp nel quale si legge che il progetto di sviluppo della valle, su cui abbiamo tanto lavorato, è risultato tra quelli finanziatidal Ministero della Cultura. Una gioia che condividiamo con i partner che hanno creduto nel progetto”.