Con “Asfalto Bastardo” Marina Cattaino pubblica il suo primo romanzo

Si chiama “Asfalto Bastardo” il primo romanzo di Marina Cattaino, edito da Lfa Publisher.

Residente dal 2014 a Torino, in precedenza Marina Cattaino ha vissuto per 40 anni a Tolmezzo, dove ha insegnato inglese. Vanta diverse esperienze lavorative quali corsi per adulti, collaborazioni con uffici notarili, tribunali e fiere. Ha lavorato anche alla traduzione di due sceneggiature cinematografiche. Nel capoluogo piemontese ha frequentato due corsi di scrittura tenuti dal noto saggista e scrittore Massimo Tallone. Ha pubblicato nel 2012 il racconto “Colori in Libertà” (Morgan Miller edizioni).

DESCRIZIONE LIBRO

Tullio, un’ex guardia giurata di 50 anni, ha scontato in carcere una condanna per rapina. Abbandonato dalla famiglia e dagli amici, vive come uno sbandato, dormendo in auto e mescolandosi ai senzatetto che gravitano attorno a un mercato rionale napoletano e svolgendo lavori saltuari per tirare avanti. Ed è proprio tra le bancarelle che un giorno nota Miranda, una tipa dall’aria assente e piuttosto eccentrica. Nonostante una vistosa cicatrice su una guancia e il suo farneticare, i più la ignorano ma non Tullio che, incuriosito dal suo atteggiamento bizzarro, decide di farsela amica. Conquistata la sua fiducia, lei gli parla del suo passato, di quando viveva e lavorava a Roma come chef. Con il tempo, Tullio si convince che sia una donna dalla doppia personalità. Grazie al suo innato spirito indagatore, riesce a raccogliere degli indizi che lo riconducono a un fatto di cronaca: l’omicidio di una nota dottoressa romana, trovata morta nel suo letto in una villa all’Aventino.