Ciclovia Alpe Adria, interventi per 3.25 milioni a Moggio, Chiusaforte e Malborghetto

Assegnati dalla Regione 3,25 milioni di euro alla Comunità di Montagna Canal del Ferro e Valcanale nel contesto della concertazione 2022 fra i due enti.
Interventi che permetteranno di continuare le opere di messa in sicurezza e i servizi ai ciclisti (ma non solo) lungo la pista ciclabile Alpe Adria nel tratto da Tarvisio a Moggio Udinese.

A darne notizia è il presidente dell’ente montano Fabrizio Fuccaro.
Nel dettaglio, con 750.000 euro si prevede la demolizione di fabbricati fatiscenti e la sistemazione dell’area nei pressi dell’ex stazione ferroviaria di Moggio.
A Chiusaforte, con 1.150.000 euro, nell’ex compendio Agriforest acquistato da poco dal Comune si punta alla realizzazione di un struttura ricettiva a favore di ciclisti, turisti, parrocchie e società sportive (anche professionistiche), al fine di valorizzare pure gli impianti sportivi delle vicinanze.

Due interventi, invece, sono previsti a Malborghetto. In particolare è previsto il secondo lotto di ristrutturazione, ai fini ricettivi, della casa per ferie “Mons. Faidutti” a Bagni di Lusnizza (570.000 euro), mentre il secondo mette in primo piano è a salvaguardia della sicurezza degli utenti della ciclabile attraverso la realizzazione di una bretella stradale per escludere le autovetture dalla circolazione nella galleria ciclabile denominata rio Rank (780.00o euro).

“Mentre gli uffici della Comunità di Montagna, in sinergia con i Comuni, stanno sviluppando i piani d’intervento del 2021 – spiega Fuccaro -, noi  sindaci abbiamo raccolto quelli per il 2023, come da richiesta della Regione. A breve li illustrerò ai consiglieri regionali espressione del territorio. Ringrazio la Giunta regionale, in particolare l’assessore alle Autonomie Locali Pierpaolo Roberti, per il piano degli interventi che, in attesa del prossimo, in due anni ha raccolto 7,5 milioni di euro per lo sviluppo dell’economia dei nostri territori”, conclude il presidente della Comunità di Montagna e sindaco di Chiusaforte.