Ciclocross: 3 vittorie in 4 giorni per Sara Casasola, bene anche Toneatti e Del Missier

Tre vittorie in 4 giorni. Un periodo davvero prolifico per Sara Casasola, la non ancora ventitreenne di Majano approdata poche settimane fa alla Selle Italia – Guerciotti Elite dopo l’esperienza nella Dp66 Giant Smp. Nella prima prova del Master Smp internazionale di ciclocross sul circuito del Lago Increa di Brugherio, tra Monza e Milano, Casasola si è imposta nella prova assoluta femminile, prendendo il largo sul “Muro del Nord”, guadagnando costantemente terreno. Rebecca Gariboldi ha provato a rincorrere la ruota dell’avversaria ma non c’è stato nulla da fare. Così Casasola ha tagliato radiosa il traguardo precedendo di 22″ la brianzola e di 1’14” l’altra friulana Alice Papo, la migliore tra le Under 23. «Sono abbastanza soddisfatta, ma non nego che ciò che desidero è avvicinarmi alle ragazze che si giocano la vittoria – dice la giovane udinese della Dp66 Giant Smp, al secondo anno tra le Under 23 -. In questo momento pago le prime tornate, dove le avversarie riescono a scavare il solco. Tuttavia abbiamo impostato la stagione diversamente rispetto all’anno scorso e conto di crescere di condizione più avanti». Sempre a Brugherio molto bene anche Stefano Viezzi, compagno di squadra di Papo, secondo alle spalle del pordenonese Tommaso Cafueri nella prova Juniores: «Buona partenza, subito a ruota dei primi – racconta il ragazzo di Majano, al primo anno in categoria -. Nel finale, dopo l’attacco di Cafueri, sentivo di stare bene e ci ho provato, conquistando un bel secondo posto al cospetto di rivali che non avevo ancora affrontato, come Ettore Prà ed Elian Paccagnelli». Il giorno seguente in Svizzera si è svolto il Gran Premio di Bulle, con Sara Casasola di nuovo grande protagonista grazie a un chiaro successo davanti a Lucia Bramati, staccata di 50″, e all’elvetica Jacqueline Schneebeli, che ha concluso a 1’42”. In contemporanea è andata in scena la quarta tappa del Giro d’Italia e anche in questo non sono mancati i friulani tra i protagonisti, a partire dall’emergente Romina Costantini, 17enne di Trasaghis, terza nella prova Elite, mentre tra gli allievi 1° anno si impone la nuova maglia bianca di leader Filippo Grigolini del Jam’s Bike Team di Buja, stesso risultato ottenuto da Ambra Savorgnano nelle esordienti: «Sono molto felice perchè su quattro tappe ne ho portate a casa tre e ora punto a mettere in cassaforte la maglia rosa-verde», dice la non ancora tredicenne della Libertas Ceresetto, stesso obiettivo dell’ampezzano della Dp66 Giant Smp Marco Del Missier, sempre più al comando dei Master fascia 1 dopo il successo in terra marchigiana. Da sottolineare, infine, il buon 11° posto del bujese Davide Toneatti nella prova U23 della Coppa del Mondo di Maasmechelen, in Belgio. Proprio Toneatti oggi si è imposto nel trofeo internazionale Città di Firenze, che tra le donne ha visto la vittoria di Sara Casasola a completare il tris di successi in 96 ore. Nel capoluogo toscano è arrivato un nuovo successo anche per Del Missier.

(nella foto l’arrivo solitario a Brugherio di Sara Casasola)