Carnia, disponibili contributi per l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza

Poco meno di 255.000 euro il budget messo a disposizione dalla Comunità di montagna della Carnia a sostegno delle spese sostenute dal 1 gennaio 2022 al 31 marzo 2023 per l’acquisto ed installazione, potenziamento, ampliamento e attivazione di sistemi di sicurezza nelle case di abitazione, nelle parti comuni dei condomini e in altri edifici situati nei Comuni della Comunità di montagna aderenti (Amaro, Arta Terme, Cavazzo Carnico, Comeglians, Enemonzo, Forni Avoltri, Forni di Sopra, Lauco, Ovaro, Paluzza, Paularo, Prato Carnico, Preone, Ravascletto, Raveo, Rigolato, Sauris, Socchieve, Sutrio, Tolmezzo, Treppo Ligosullo, Verzegnis, Villa Santina).

Numerosi gli interventi finanziati dal bando per migliorare le condizioni di sicurezza sul territorio contro furti e rapine: installazione, potenziamento o ampliamento di telecamere collegate con centri di vigilanza privati, impianti di video-citofonia, apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline, sistemi di allarme antintrusione, rilevatori di effrazione sui serramenti, acquisto e posa in opera di porte e persiane blindate o rinforzate, saracinesche e tapparelle metalliche con bloccaggi, porte e finestre con vetri antisfondamento, grate e inferriate su porte o finestre, serrature antieffrazione e spioncini.

La concessione dei contributi, messi a disposizione in attuazione del Regolamento per l’assegnazione agli enti locali del fondo per interventi in materia di sicurezza emanato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, riguarda gli interventi eseguiti su varie tipologie di immobili: quelli adibiti ad abitazione di persone fisiche residenti in uno dei Comuni interessati e da almeno 5 anni in via continuativa in Friuli Venezia Giulia, nonché su condomini per le parti comuni, edifici destinati ad attività professionali, produttive, commerciali o industriali ed immobili religiosi, di culto e di ministero pastorale.

Centomila euro le risorse disponibili per gli interventi su abitazioni private e condomini; gli interventi ammessi a contributo vanno da una spesa minima di 1.500 euro a un massima di 4.000 euro e l’importo massimo erogabile è pari all’80% della spesa ammessa (importi IVA inclusa). 

Per i fabbricati destinati ad attività professionali, produttive, commerciali o industriali, è invece fissata a 1.500 euro la spesa minima e 6.000 euro la spesa massima, con un contributo massimo erogabile pari al 90% della spesa ammessa (importi IVA esclusa). Le risorse previste dal Bando per il finanziamento di questi interventi ammontano a 100.000 euro.

Al fine di sostenere le iniziative volte a preservare e tutelare gli immobili religiosi, di culto e di ministero pastorale ed i relativi beni di rilevante interesse artistico-culturale da possibili furti, danneggiamenti e/o atti vandalici sono state messi a disposizione 54.975,04 euro. Gli interventi ammessi a contributo prevedono una spesa minima di 1.500 euro fino ad un massimo di 7.000 euro; l’importo massimo erogabile è pari al 100% della spesa ammessa (importi IVA inclusa). 

Il bando con le specifiche dei requisiti di ammissibilità e la relativa modulistica sono disponibili nella sezione Ultime notizie del sito della Comunità di montagna della Carnia (www.carnia.comunitafvg.it) e dei Comuni aderenti.

La domanda, soggetta ad imposta di bollo, potrà essere presentata a mano presso l’Ufficio Protocollo della Comunità di montagna della Carnia, a mezzo raccomandata (indirizzo: COMUNITA’ DI MONTAGNA DELLA CARNIA – VIA CARNIA LIBERA 1944, N. 29 – 33028 TOLMEZZO), via corriere o posta celere entro e non oltre le ore 12:00 del 31 marzo 2023. 

Nel caso in cui la richiesta venga inviata tramite PEC (comunita.carnia@certgov.fvg.it), il termine ultimo di presentazione è fissato alle ore 24:00 sempre del 31 marzo.