Basket Promozione, Tolmezzo si giocherà la semifinale in gara-3

PALL. LAIPACCO – PALL. TOLMEZZO  72-48

PALLACANESTRO LAIPACCO: Degano 13, Tomasini 11, Basso 8, Paladini, Graberi, Sandri 6, Dorigo 4, Bragagnini 4, Barone, Bellina 13, Agostini 11, Trojer 2. All. Coccolo.
PALLACANESTRO TOLMEZZOCimenti 4, Iob E. 3, Tamigi 16, Francescatto 2, Mecchia 3, Duic, Fachin 2, Ajello, Tosoni 3, Iob I., Toffoli 15. All: Bulfoni.
Parziali: 20-15; 37-20; 59-32.


Nella serata di Venerdì Santo la Pallacanestro Tolmezzo scende in campo nella palestra “Ezio Cernich” di Laipacco: è Gara 2 dei quarti di finale di Promozione e i padroni di casa hanno le spalle al muro. O vincono o vanno a casa. I carnici si presentano alla sfida dopo aver vinto Gara 1 69-66 la settimana prima, ma anche orfani di
Rupil (top scorer di quel match assieme a Tosoni con 13 punti) e D’Antoni.

La partita inizia con le due squadre che si equivalgono e ad ogni colpo di una risponde prontamente l’altra: questo fino al 10 pari. Dopodiché Tolmezzo, che ancora fa vedere buone cose in difesa, inizia a sparare a salve dopo alcune anche ottime costruzioni offensive. La palla proprio non vuole più entrare.

Inizia a esserci confusione negli attacchi tolmezzini, tante palle perse che consentono a Laipacco di correre moltissimo in contropiede con Trojer e Basso come registi. Gli ospiti cominciano a faticare anche a difesa schierata e non trovano soluzioni adeguate, nemmeno la difesa a zona funziona (cosa che invece aveva pagato bene in Gara 1).

Il terzo quarto mette la parola “fine” a tutto. La reazione che ci si aspettava dagli ospiti non arriva e Laipacco continua a trovare il canestro con una semplicità disarmante, sia con la difesa schierata (fanno malissimo i tiri piazzati dagli angoli sugli scarichi) sia in contropiede (la schiacciata a due mani di Agostini regala un po’ di spettacolo a una partita ormai morta).

Quarto periodo di pura formalità: coach Coccolo fa riposare i suoi titolari e anche coach Bulfoni opta per questa scelta, dando spazio a Duic e negli ultimi minuti anche a Ivan Iob (esordio in prima squadra per lui). Con un po’ di orgoglio i Carnici portano a casa l’ultimo parziale, grazie soprattutto alle scorribande di Toffoli.

Sicuramente le due assenze nel roster bianco-blu hanno influito sull’andamento della gara, ma ciò non toglie che ci si aspettava ben altro. Ora però la testa va a giovedì 21: alle 20.30 verrà alzata la palla a due per Gara 3,quella decisiva.

Negli altri quarti di finale la Pallacanestro Feletto 2.0 ha battuto la Libertas Cussignacco eliminandola definitivamente (72-61); la Majanese ha fatto valere il fattore campo e si è guadagnata la possibilità di disputare Gara 3 a Tricesimo (74-66). Pozzuolo ospiterà stasera CUS Udine per Gara 2 con Udine che ha la possibilità di archiviare la pratica in due sole sfide.