Basket, Fabrizio Polo: “I tifosi di San Daniele meritano un altro regalo”

di SARA PUNTEL

Continua la striscia vincente de Il Michelaccio che anche nell’ultimo turno casalingo della serie C riesce a strappare l’ennesimo referto rosa, contro i coriacei triestini del K.K. Bor Trieste.
Una prestazione veramente convincente quella dei ragazzi di Coach Sgoifo che sono partiti subito determinatissimi, costruendo già nel primo quarto un buon vantaggio, incrementandolo nel secondo e gestendo poi, senza grossi patemi, il match nei rimanenti venti minuti.
Una prova di maturità da parte di Capitan Pellarini e compagni per l’intensità e la convinzione messe in campo, da tutti gli uomini della rosa, per quaranta minuti, anche quando il divario si faceva sempre più consistente.
A commentare il match Fabrizio Polo, il lungo carnico di Coach Sgoifo che, con la sua grinta, il suo atletismo e la sua energia, anche quest’anno, nonostante il “pacchetto lunghi” di San Daniele conti altri due giocatori di primissimo livello quali Ellero e DIjust, è riuscito a ritagliarsi il suo importante spazio, molte volte risultando determinante nell’economia del gioco dei Neroarancio: “Arriviamo da una striscia positiva di cinque vittorie e non volevamo interromperla in casa col Bor, anche se sapevamo che sarebbe stata dura, nonostante le loro assenze. Siamo partiti subito forte, facendo un buon parziale, poi, peccando di concentrazione in difesa e mancata esecuzione dei giochi in attacco, ci siamo fatti recuperare, ma nonostante ciò siamo andati al riposo sul +17. Siamo rientrati dalla pausa cercando di non commettere il nostro solito errore di riprendere molli il match: così è stato e, con un’altra buona prestazione di Rouge (Jacopo Dijust, ndr) e di Miki (Michele Bortoluzzi, ndr), ma in generale del collettivo, siamo riusciti a portare a casa un altro importantissimo referto rosa. Adesso saremo impegnati a Romans per l’ultima partita prima della sosta natilizia, sperando di concludere al meglio il 2015 e poter fare un altro regalo ai nostri tifosi“.

Commenta con Facebook