Arta Terme, riapre la storica “Cort di Piedim”

Riapre sabato 18 febbraio “La Cort di Piedim”, bar-osteria che dagli anni ‘50 funge da importante punto di riferimento e aggregazione per tutti gli abitanti della frazione di Arta Terme. Dopo l’interruzione dell’attività lo scorso a dicembre, legata al pensionamento della gestrice (affabile e molto apprezzata dagli avventori), d’ora in poi a portare avanti la tradizione del locale storico sarà una giovanissima del paese, Gloria Di Gallo, 26 anni, gastronoma ed ex cassiera di un supermercato in zona.

La ragazza ha accolto l’invito della titolare a continuare l’attività, “per offrire un servizio al paese e rivitalizzare la frazione”. Le daranno una mano il marito e i familiari, soprattutto in cucina, dove sfornerà gustosi piatti tipici (dal frico alle mobidelle). Gloria ha rimodernato il locale, eliminando le macchinette da gioco e sostituendole con una tv. Oltre ai 190 residenti, si augura che tanti altri clienti del comune frequentino il suo nuovo bar.
“Una riapertura attesa dalla comunità – commenta il sindaco Marlino Peresson, che sabato alle 17 presenzierà all’inaugurazione. – Quando in una frazione si chiude un esercizio pubblico, infatti, viene meno l’aggregazione; locali come questo consentono infatti la sera di ritrovarsi, sia tra giovani che tra anziani. E’ l’unico bar della frazione con tali caratteristiche e, con la salumeria accanto nella piccola piazzetta di Piedim, offre un servizio utile alla frazione. Fa piacere che i nuovi gestori siamo giovani e che riaprano dopo neanche due mesi, ristrutturato, dando continuità”.
Per Gloria, in realtà, si tratta di un “ritorno”. Lei in quel bar, ci è praticamente nata: sua madre lo ha gestito quando era neonata, tenendolo poi per quattro anni. Ora tocca alla figliola, che con entusiasmo ha promosso sui social la sua nuova avventura. Alla festa, a cui sono stati invitati tanti giovani amici di Gloria, sarà presente anche il parroco don Ivo per la benedizione. “La Cort di Piedim” sarà aperto dalle 8.30 a mezzanotte, lunedì chiuso.

Commenta con Facebook