Arta Terme, opportunità per i disoccupati grazie ai Cantieri Lavoro

L’Amministrazione Comunale di Arta Terme ha aderito all’iniziativa Cantieri Lavoro della Regione predisponendo un progetto di cantieri lavoro per due persone della durata di 130 giornate lavorative che, esclusivamente a seguito dell’accoglimento dell’istanza di contributo da parte della Regione stessa, prenderà avvio nei prossimi mesi.

“I Cantieri Lavoro – spiega il sindaco Luigi Gonano – sono progetti di inserimento lavorativo e di sostegno al reddito di soggetti disoccupati in attività temporanee e straordinarie in ambito forestale e vivaistico, di rimboschimento, di sistemazione montana e di costruzione di opere di pubblica utilità dirette al miglioramento dell’ambiente e degli spazi urbani. I potenziali lavoratori utilizzati devono essere residenti nella Regione Friuli Venezia Giulia e in stato di disoccupazione ai sensi della vigente normativa nazionale e regionale da almeno 6 mesi che non percepiscano alcun tipo di ammortizzatore sociale, non siano titolari di pensione assimilabile a reddito da lavoro o di assegno sociale e siano inseriti in apposita lista di disponibilità presso i Centri per l’Impiego. Quindi esclusivamente da lunedì 5 marzo a venerdì 16 marzo le persone disoccupate che intendono aderire ai Cantieri Lavoro possono presentare domanda di iscrizione all’apposita lista di disponibilità presso il Centro per l’Impiego di Tolmezzo. Sarà lo stesso Centro per l’Impiego infine a individuare i lavoratori in base ad una graduatoria definita seguendo criteri prestabiliti”.

“Sono interventi che si spera possano essere utili  non solo nella misura in cui diventano importante fonte di reddito nell’immediato per chi è senza lavoro, ma che possano auspicabilmente riaprire in modo stabile le porte del mondo lavorativo a queste persone che per vari motivi ne sono state escluse – conclude Gonano -. Come Amministrazione Comunale, che in questo momento impegna già quattro persone a tempo pieno in Lavori di Pubblica Utilità (LPU), saremo sempre attenti a tutte le opportunità che si presenteranno e che mirano a dare una occasione lavorativa a chi ne ha bisogno.”

Commenta con Facebook