Anche on line il pagamento per la raccolta di funghi a fini turistici in Carnia

Da oggi è disponibile sul sito web dell’UTI della Carnia la piattaforma che consente il pagamento online del permesso per la raccolta dei funghi a fini turistici, valido solo per il territorio della Carnia e del Comune di Sappada, dedicato a chi non risiede in Friuli Venezia Giulia e vuole praticare l’attività sul territorio pagando in modo facile e veloce in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo.

L’UTI della Carnia e Insiel hanno concluso pochi giorni fa gli ultimi test per le verifiche del corretto funzionamento della piattaforma messo a disposizione dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), tramite la Regione Friuli Venezia Giulia e la stessa Insiel.

La piattaforma è dedicata a tutti coloro che, in vacanza in Carnia, decidono di raccogliere funghi. Pagare è facile e veloce: con un click sul banner dedicato ai pagamenti online presente in homepage sul sito dell’UTI della Carnia viene generato un form che permette al turista di selezionare la data per cui richiedere l’autorizzazione, inserire le proprie generalità (nome, cognome, residenza, codice fiscale…) e procedere al saldo della tassa di 5 euro al giorno. Il pagamento per la raccolta funghi a fini turistici può essere effettuato per un massimo di dieci giorni, anche non consecutivi, in un anno.

Tutti i residenti in regione muniti di autorizzazione possono raccogliere funghi all’interno del proprio comune di residenza senza pagare alcuna tassa, mentre chi è munito di autorizzazione (residente o meno) può raccogliere in ambiti territoriali diversi (UTI o Regione) solo previo pagamento della quota annuale relativa, non saldabile attraverso la piattaforma.

Si ricorda ai turisti che decidono di saldare la propria quota attraverso la nuova piattaforma, di portare con se durante la raccolta la ricevuta di pagamento che verrà generata come attestazione del versamento effettuato.

Commenta con Facebook