Anche dall’Alto Friuli per la manifestazione delle Sardine in piazza a Udine

Tra i 700 e i mille, questa le stime sulle Sardine del Friuli Venezia Giulia, presenti ieri sera in piazza

Sandra Zanier, tra i manifestanti giunti da Tolmezzo

XX Settembre a Udine, al loro debutto nel capoluogo friulano dopo l’esordio di Monfalcone del 30 novembre scorso. Una folla colorata, bardata per il freddo e protetta dagli ombrelli causa pioggia. Manifestanti provenienti dalla città e dalla provincia, da Tolmezzo a Cervignano, da Cividale a Codroipo, chi con i pesci stilizzati, chi con striscioni o palandrane arcobaleno, tutti desiderosi di far parte di un movimento che si professa alla base antirazzista, solidale, comunitario. E la playlist delle canzoni poi ha scandito i tempi del raduno, da Imagine di jhon Lennon a “il Pescatore” di De Andrè, da “Generale” di Guccini fino ad arrivare a “Bella Ciao”.

“Chiunque è benvenuto, in una città che ha fatto da sempre della diversità un valore e che è tra quelle, in Italia, ed essere stata insignita della medaglia d’oro per la Resistenza – ha ricordato in apertura Sofia Giunta, tra le organizzatrici dell’evento delle Sardine di Udine – una piazza colorata, gioiosa e pacifica, unita da uno spirito di fratellanza ed inclusione contro chi fa dell’odio il suo comun denominatore. Vogliano sostenere il valore del dialogo, essere propositivi e positivi. Abbiamo scelto Udine perchè c’è stata una richiesta partita dal basso, sintomo dell’esigenza, anche in questa città, di fare dell’antirazzismo, della solidarietà e dell’accoglienza un punto cardine nel vivere civile”.

Commenta con Facebook