Anap Fvg: Pierino Chiandussi eletto alla guida di 10.000 pensionati artigiani

Passaggio di consegne oggi in un’affollata assemblea dell’Anap Fvg, l’Associazione anziani e pensionati di Confartigianato Fvg, tra il presidente uscente Pietro Botti, che ha lasciato, per raggiunti limiti di mandato, dopo otto anni al vertice, e il neo presidente designato dall’assemblea Pierino Chiandussi, già presidente regionale degli autotrasportatori di Confartigianato e attuale presidente di Anap Udine. 

Nei suoi due mandati Botti ha portato Anap Fvg da 8mila a 10mila associati «con un trend in costante crescita», ha sottolineato ieri. Un aumento numerico accompagnato dalla «grande considerazione che ci siamo guadagnati in questi anni da parte delle istituzioni locali e regionali» e nei confronti di Anap nazionale, che «guarda al Friuli Venezia Gilia non solo e non tanto per quanto rappresentiamo, ma per il contributo di idee e di proposte che diamo». 

All’interno dell’associazione regionale, nel corso dei mandati di Botti «c’è stato un continuo miglioramento nel rapporto tra Anap regionale, le singole Anap territoriali e le rispettive case madri di Confartigianato, all’insegna di un rapporto di grande collaborazione e rispetto e riconoscimento dei rispettivi ruoli». 

Tra le sfide che s’impongono per il futuro, il presidente uscente ha individuato alcuni temi che sono stati fatti propri dal neo presidente Chiandussi e messi già nell’agenda del mandato iniziato oggi. 

Nel ringraziare il predecessore, Chiandussi ha elencato obiettivi per l’interlocuzione con le istituzioni regionali e nazionali e traguardi per la vita associativa e il rapporto tra le associazioni di categoria dei lavoratori pensionati. 

«Anap Fvg punta a una maggiore incisività per il miglioramento dei servizi sanitari e socio assistenziali a favore dei pensionati e degli anziani in genere, con particolare riferimento a tempistiche nelle prestazioni sanitarie, situazioni di grave criticità nell’assistenza degli anziani soli e non autosufficienti, il costo del ticket». Inoltre, ha proseguito Chiandussi, «dobbiamo fare pressing per interventi a favore del potere d’acquisto delle pensioni, poiché oggi 11 milioni di italiani, e molti di questi nella nostra regione, hanno pensioni inferiori a 750 euro al mese». 

Rilancio, poi, delle iniziative di Anap Fvg «finalizzate a contrastare il fenomeno delle truffe agli anziani» e apertura di un tavolo con Anci Fvg per dare corso a livello locale al Protocollo sottoscritto tra le rispettive organizzazioni nazionali. «Con i Comuni – ha esplicitato Chiandussi – dobbiamo studiare possibili soluzioni riguardanti il disagio economico, le reti socio sanitarie e assistenziali, l’inclusione e l’invecchiamento attivo, la trasmissione di imprese e dei saperi, la lotta alla solitudine, la sicurezza in contesti urbani, trasporti pubblici efficienti e adeguate politiche abitative». 

Riguardo alla vita associativa, Chiandussi ha rimarcato la necessità di «ridefinire e valorizzare» il ruolo di Anap Fvg all’interno del Capla Fvg, il Coordinamento delle associazioni pensionati del lavoro autonomo, un rafforzamento di Anap regionale per «una maggiore coesione tra gli associati di tutta la regione». 

(nella foto un momento dei lavori assembleari: da sinistra Botti, il presidente della sezione di Trieste Spartà e Chiandussi)

Commenta con Facebook