Ampezzo si appresta al rito della “Festa della Transumanza”

Ritorna sabato 1° ottobre ad Ampezzo la “Festa della transumanza”, il rituale del rientro delle vacche dall’alpeggio. Gli animali, portati in alta quota all’ inizio della stagione estiva, saranno “vestiti a festa” e, già all’alba di sabato, accompagnati dai pastori e allevatori, scenderanno da Malga Losa lungo le strade di Sauris fino ad Ampezzo, dove raggiungeranno la stalla a fondovalle. A partire dalla tarda mattinata si potrà raggiungere la sede dell’azienda agricola della famiglia Petris ad Ampezzo, in localitá Lavinal, per assistere alla visita guidata dell’azienda e partecipare ai laboratori sulla produzione del latte. Nel pomeriggio saranno protagonisti proposte gastronomiche, musica, attività ludiche e intrattenimento per grandi e bambini, fino a quando il richiamo festoso dei campanacci delle mucche annuncerà il loro arrivo ad Ampezzo e i partecipanti saranno invitati a raggiunge la mandria per condividere assieme la passeggiata lungo le vie di Ampezzo, fino alla stalla.
“La transumanza è una pratica antica, tramandata da generazione in generazione – dice la vicesindaca Valentina De Luca -. Ampezzo si prepara a celebrare questo tradizionale evento, che affonda le sue origini nella notte dei tempi, con paesani e appassionati che vorranno trascorrere una giornata nella natura”.