Alluvione, prorogato al 20 giugno il termine per presentare le domande di ristoro dei danni

È stato prorogato al 20 giugno il termine per la presentazione delle domande di finanziamento che i privati e le imprese possono presentare a Comuni e Camere di commercio per finanziare gli interventi di ripristino dei danni provocati dal maltempo di fine ottobre 2018.

“Il numero degli interventi e le procedure da espletare – ha commentato il vicepresidente della Regione con delega alla Protezione civile Riccardo Riccardi – ci ha spinto a chiedere una proroga per la presentazione delle domande di finanziamento. Questo permetterà una maggiore precisione nella presentazione dei dossier facilitando le operazioni di valutazione degli stessi”. 

Nell’ammontare complessivo dei danni provocati dall’uragano Vaia dell’ottobre 2018, la parte relativa al ristoro dei danni a privati e imprese nei 120 comuni interessati è pari a 42 milioni di euro.

“In queste settimane i dossier presentati sono numerosi – ha continuato Riccardi -, ma le procedure che devono essere espletate per presentare le domande necessitano di tempi che, a volte, risultano più lunghi del previsto. Siccome è imprescindibile permettere a tutti di accedere ai fondi, abbiamo deciso di chiedere questa proroga”.

La Protezione civile si è dotata di un’équipe di esperti delegati a seguire l’iter delle pratiche, dedicata anche a dare supporto ai Comuni e alle Camere di commercio per le procedure e le relative tempistiche da adottare. “Chiediamo a tutti la massima collaborazione per portare a casa l’importante risultato che ci siamo prefissi – ha concluso il vicepresidente Riccardi – perché non è solo questione di ristoro dei danni ma anche di permettere ad un territorio di risollevarsi cogliendo l’occasione della ricostruzione come un’opportunità di sviluppo economico”.

Commenta con Facebook