Alberto Mansutti vince il concorso fotografico “Foto Space: Giallo!” di Artegna

Si sono svolte sabato scorso, in una sala consiliare gremita, le premiazioni dell’ottavo concorso fotografico Foto Space: “Giallo!”, organizzato
dall’Amministrazione Comunale di Artegna.

Fin dalla sua nascita, nel 2010, il concorso ha sempre proposto tematiche molto diverse, dal tema astratto piuttosto che con un focus ben preciso: Scorci di Artegna, Il mio tricolore, Uguali e/o diversi, Tutto il mondo è paese, il castello di Artegna, Aquae, Uomo/natura Natura/uomo: contrasti ed armonie, questi i temi scelti gli anni scorsi a significare che la fotografia ha davvero la capacità di veicolare tematiche importanti.

L’opera vincitrice “Malga Glazzat” di Alberto Mansutti

Il tema proposto quest’anno era aperto a varie interpretazioni, ma fondamentalmente era legato all’approfondimento dell’aspetto puramente cromatico del colore giallo presente in natura e non solo sotto varie forme, oppure il giallo inteso come “noir” tipico della letteratura poliziesca.
Entrambi i temi sono stati toccati dagli autori con fotografie di altissima qualità.  Alta è stata la partecipazione: sono stati 42, infatti, i partecipanti provenienti da tutta la regione e dal vicino Veneto con 132 opere ammesse in concorso.

La giuria, composta da nove esperti, ha assegnato il primo premio assoluto ad Alberto Mansutti con l’opera “Malga Glazzat”; inoltre ha premiato nella categoria giovanissimi Giovanni Mocellin con l’opera “Nascondersi per salvarsi”, per i giovani si è distinto Fabrizio Marcuzzo con “Libertà nel giallo”, mentre per gli adulti il primo premio è andato ad Antonella Prenassi con l’opera “Orme”. E’ stata segnalata, poi, la foto “Inside” di Jenny Volpe, la più votata dalle persone durante l’esposizione in biblioteca.
Un riconoscimento particolare è andato alla stessa Volpe e a Anna Treppo, capaci di creare, attraverso tre scatti, i due migliori racconti fotografici in sequenza.
Degni di menzione anche gli scatti di Andrea Facini Aldo Palin, Federica Buzzulini, Mattia Vidoni e, con una seconda foto, di Giovanni Mocellin.

La serata delle premiazioni è terminata con l’inaugurazione della mostra fotografica nel Castello Savorgnan, dove le opere selezionate dalla giuria rimarranno esposte fino al 10 dicembre con i seguenti orari di apertura: sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *