Recuperato il corpo dell’uomo morto in Val Tramontina, sani e salvi gli altri

Il Soccorso Alpino di Maniago è stato allertato né la pomeriggio di domenica per una richiesta di intervento a Malga Chiampis, in Val Viellia, in comune di Tramonti di Sopra, dove è ancora in corso il raduno della Famiglia arcobaleno europea. Un albero è caduto sopra una delle tende. Il bilancio è di un morto.

Il maltempo non ha agevolato il recupero dell’uomo di 41 anni deceduto. L’elicottero della centrale operativa ha dovuto effettuare diverse perlustrazioni prima di riuscire ad individuare il punto esatto, prima perché erano state fornite coordinate imprecise, poi per effettuare rifornimento e poi per attendere che cessasse la pioggia. L’uomo deceduto è un turista belga, che si trovava al raduno assieme alla compagna e alla figlia minorenne.

Da quanto si è appreso è stato colpito dalla parte finale di una pianta proprio mentre stava per piantare la tenda, in un punto a valle della strada sterrata che da Passo Rest conduce e Malga Chiampis, ad una quota di circa 800 metri. Poco distante, a monte della strada però, c’erano altre sette o otto tende già accampate. Quando è stato investito, l’uomo era da solo. Il tecnico di elisoccorso e il medico di bordo sono stati sbarcati con il verricello sulla strada e hanno raggiunto il punto a piedi. Qualcuno dei campeggiatori aveva già provveduto a tagliare la parte finale dell’albero e a liberare l’uomo.

Constatata la morte, il recupero è poi stato effettuato dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri giunti sul posto poco dopo attraverso la strada forestale. Le operazioni sono state coordinate dal Soccorso Alpino di Maniago, che ha fatto base a Tramonti di Sopra.

AVVISO DEL SOCCORSO ALPINO

A seguito delle tante telefonate e dei tanti messaggi ricevuti da tutta Italia e dall’estero, il CNSAS Maniago desidera tranquillizzare tutti i parenti dei partecipanti al raduno di Malga Chiampis. Non ci sono altri feriti nella zona né altri coinvolti nell’incidente e la situazione è tornata alla normalità, anche perché le condizioni meteorologiche sono migliorate.

Commenta con Facebook