Alberi caduti e nuovi allagamenti, l’aggiornamento sul maltempo in Fvg

Continua l’ondata di maltempo che da questa mattina e fino alle 12 di domani vede interessata tutta la regione. La Protezione civile regionale ha aggiornato lo stato di allerta sul Friuli Occidentale, passato da livello giallo ad arancione, mentre sul resto del territorio l’allerta rimane giallo.

In mattinata si segnalano alberi caduti nei Comuni di Castelnovo del Friuli, Meduno, Ragogna e Faedis. Allagamenti per acqua alta nei Comuni di Grado, Muggia, Trieste, Latisana, San Giorgio di Nogaro e al Villaggio del Pescatore (Duino Aurisina), già duramente colpiti dall’ondata di maltempo tra martedì e mercoledì.

A Tolmezzo si sta lavorando alla Comunità di rinascita Piergiorgio nella frazione di Caneva per un allagamento nella zona sotterranea dello stabile.

La marea a Grado alle 11 ha fatto registrare il valore massimo di 152 centimetri (riferito allo zero Punta Salute), a Trieste alle 11 il valore massimo era di 2,90 metri (riferito allo zero Istituto Talassografico).

VIABILITA’. A Grado si segnala la riapertura al traffico veicolare del Centro e zona porto. Riaperta al traffico nel primo pomeriggio anche la strada translagunare SR352 da Belvedere a Grado e il Mandracchio di Muggia.

Sono aperti i Centri Operativi Comunali di Lignano Sabbiadoro e Grado. Nella mattinata sono stati attivati poco meno di 150 volontari con 55 automezzi per interventi per allagamenti e acqua alta, taglio alberi e monitoraggio territorio.

SITUAZIONE METEO. Una depressione atlantica ha convogliato un fronte sull’Italia, preceduto da correnti da sud-est molto umide. Per oggi pomeriggio piogge intense, molto intense sulle zone occidentali, specie sulle Prealpi Carniche ed in Carnia, anche temporalesche. Nevicate intense in quota, oltre 1.600-1.800 metri sulle Alpi, 1.800-2.000 metri sulle Prealpi, in serata a quote un po’ più basse. Soffierà Scirocco da sostenuto a forte sulla costa, specie al pomeriggio, in rotazione a Libeccio in serata e vento da sud sostenuto o forte anche in quota. Condizioni favorevoli alle mareggiate. Acqua alta in calo nel pomeriggio.

EVOLUZIONE. Per sabato 16 novembre si prevede al mattino bassa probabilità di precipitazioni, comunque non significative. Dal tardo pomeriggio riprenderanno le precipitazioni, più intense nella notte. Quota neve in media a 1.500 metri circa, più alta sulle Prealpi, più bassa nella notte sul Tarvisiano. Possibile intensificazione del vento in tarda serata.

Commenta con Facebook