Al via il nuovo anno accademico dell’Università della Terza Età della Carnia

Fino al 14 ottobre è possibile iscriversi all’Università della Terza Età della Carnia (UTE), associazione di promozione sociale. Si può iscrivere chi ha superato il trentesimo anno di età, indipendentemente dal titolo di studio. L’anno accademico inizierà 17 ottobre e terminerà a giugno 2023.

Le quote associative sono rimaste invariate, ovvero quota sociale 25 euro e 10 euro per ogni corso frequentato.
L’ iscrizione dà diritto alla frequenza dei corsi nella sede centrale di Tolmezzo e nelle sedi staccate (Ampezzo, Moggio, Paluzza, Paularo, Val Degano/Val Pesarina), dove è pure possibile iscriversi.

Il Socio ha anche la possibilità di partecipare a viaggi d’istruzione e visitare mostre oltre ad altre opportunità di piacevoli incontri con nuovi e vecchi amici. Ha accesso alla biblioteca, piccola ma curata, ha l’opportunità di partecipare a progetti condivisi con altre UTE, di fruire di qualche facilitazione e di ricevere aiuto se teme di non sapersi muovere nel mondo digitale.

Il nuovo anno accademico prevede più di 50 di corsi nella sede centrale e tra i quindici e venti corsi nelle sedi staccate. Ci saranno corsi in presenza, on line ed altri in didattica mista (alcuni degli insegnamenti in presenza potranno esser seguiti anche a distanza). 

Ci sono corsi in area medico-biologica, umanistica, linguistica, tecnico scientifica e giuridica, accanto a laboratori di espressività artistica e manuale. Non mancano varie proposte di attività motoria anche in piscina e alle terme, oltre a giochi da tavolo, bocce, balli e percorsi non impegnativi per conoscere il territorio. 

Vengono inoltre riproposti corsi e attività ormai patrimonio storico dell’UTE della Carnia (canto corale, teatro, corsi di lingue, incontri con i medici che lavorano in zona), accanto ad assolute novità (spettacoli cinematografici pomeridiani in collaborazione col Cinema David, il primo tratto di un percorso alla scoperta di associazioni culturali locali). 

I corsi online, preziosa risorsa del 2021, che tanta diffidenza avevano suscitato lo scorso anno accademico quando parevano rammentare la precarietà della rinnovata normalità, quest’anno sono stati addirittura richiesti anche da iscritti che li avevano in un primo momento rifiutati.  

Non tutto però è ancora ritornato alla normalità pre Covid: lo shock della pandemia ha colpito duro in particolare la terza età, aumentando paura e solitudine. Alcune sedi staccate sono in sofferenza; ci riferiamo a quelle più periferiche, con i soci più avanti negli anni e quindi le più bisognose di sostegno e rilancio. Ovviamente il Covid 19 c’è ancora e, una volta capito che il rischio zero non esiste, viene chiesto a tutti gli Associati una giusta dose di prudenza, il pieno rispetto delle regole, spirito d’adattamento e flessibilità.

È in via di soluzione l’individuazione di una sede adeguata e definitiva a Tolmezzo, con buona approssimazione a partire dal prossimo mese di gennaio, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale. Locali ad uso esclusivo daranno in questo modo una prospettiva di stabilità, favorendo le iscrizioni (che lo scorso anno si sono inevitabilmente contratte) e garantendo la massima tutela delle persone fragili. 

Informazioni aggiornate si possono trovare sul sito www.ute-carnia.it, nella pagina Facebook e presso la segreteria in via Carnia libera 1944, n.29 (tel. 0433 45160, cell. 347 5117631).