Al Rally del Friuli Venezia Giulia Carnia Pistons ci mette un carico da dieci

Ventidue equipaggi al Carnia (noblesse oblige), prima nove al Piancavallo e ora dieci al 57° Rally del Friuli, in onda tra venerdì e sabato prossimi, 2 e 3 settembre. Quest’anno Carnia Pistons sta mettendo dei carichi pesanti in ogni gara regionale, ovviamente a partire dalla propria, con significativo beneficio per i comitati organizzatori. Ma ciò che emerge prepotente è la visione di una scuderia che fa dell’amicizia un carburante condiviso.

Le dieci coppie pronte per Cividale del Friuli sono composte (così nell’ordine dall’elenco iscritti) da: Alberto Martinelli – Giulio Calligaro, Skoda Fabia Evo Rally2; Rudi Bulfon – Thomas Spangaro, Renault Clio Super 1600; Alessandro Lusso – Angelo Mirolo, Peugeot 208 Rally4; Arianna Breatta Doriguzzi – Elena Sica, Renault Clio Williams A7; Matteo Bearzi – Janira Chialina, Renault Clio Williams; Stefano Doneddu – Mattia Toffoli, Renault Clio Williams; Fabio Camporese – Moira Candusso, Renault Clio Williams; Nicola Giatti – Rudy Iob, Peugeot 106 Maxi Kit; Domenico Boz – Davide Naccari, Peugeot 106 Rally; Piergiorgio Di Piazza – Alessandro Martinis, Peugeot 106 Rally. Stimoli e obiettivi diversi in ciascun abitacolo, sfida diretta tra i quattro con le Clio in Classe A7 e un duello Peugeot in A6.

All’orizzonte c’è la finale di Coppa Italia a novembre nel Lazio e parecchi di Carnia Pistons bramano punti per qualificarsi. Le prove speciali del Friuli sono tutte domenica, con doppio passaggio su “Subit” (14,19 km), “Erbezzo” (6,31) e “Trivio” (14,68).