Ad Artegna incisioni, acquerelli, graffiti e disegni di Micossi sui luoghi di Pasolini

Nella cornice del Castello Savorgnan di Artegna prosegue fino al 5 marzo la mostra di Mario Micossi Rivelazioni pasoliniane”, promossa dal Comune di Artegna con la collaborazione del Comune di Gemona e il sostegno della Regione. L’esposizione racchiude incisioni, acquerelli, graffiti e disegni in cui l’artista arteniese ha interpretato i luoghi di Pier Paolo Pasolini. Si tratta di un raffinato e imponente studio sul paesaggio di Versuta, Casarsa e dintorni cui Micossi si dedicò dal 1994, collaborando al volume “Ciasarsa San Zuan Vilasil Versuta” edito dalla Società Filologica Friulana.

Un’opera di Micossi

Il pittore ha saputo cogliere nelle sue opere la dolcezza della campagna friulana con i rassicuranti filari di gelsi, il gorgoglio dell’acqua della roggia che riflette i profili delle montagne lontane, la serenità e la compiutezza di quel borgo contadino, trasmettendo al tempo stesso le suggestioni che quei luoghi avevano comunicato al Poeta. A ogni veduta di Micossi può venire accostato un verso di Pasolini, in un rimando continuo di suoni e colori, di parole e immagini che ci restituiscono uno spaccato del Friuli autentico, fatto di comunità solidali, tradizioni antiche e forti valori.

La mostra è aperta sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30.

Per info contattare il 328 302 0682 oppure lo 0432 977840.