Ad Arta Terme l’accoglienza turistica raddoppia

Da qualche giorno, all’Arta Terme Infopoint gestito dal personale di Promoturismo FVG, che accoglie turisti e visitatori nella hall del Palazzo delle Acque della stazione termale – uno dei siti più strategici e frequentati del territorio – si affianca un secondo ufficio di informazioni e accoglienza grazie all’impegno del Consorzio Arta Terme Benessere Alpino.

Situato nel cuore di Arta Terme, in Via Umberto I n. 15, anche quest’anno l’ufficio turistico del paese offre un servizio complementare a quello di Promoturismo FVG, garantendo l’accoglienza ai turisti anche nel centro storico.

L’ufficio è aperto dal lunedì al sabato, dalle 15.30 alle 19.30 e il servizio è curato dal Consorzio con  la presenza di Fanny Boria, esperta di marketing e FVG Ambassador, formata ad hoc e inserita in collaborazione con l’ente formativo Cramars.

“Qui il turista può trovare materiale informativo sul territorio, il calendario delle attività e degli eventi di tutta l’area, prodotti tipici e oggettistica del territorio in vendita, ma anche un consiglio in più per individuare la proposta turistica più rispondente ai desideri del nostro ospite – racconta la presidente del Consorzio Chiara Gortani -. Facciamo anche da punto informazioni per la prenotazioni di alloggi, garantiamo il supporto al Festival Darte che ha inserito una persona nella nostra sede per la durata della rassegna musicale e fungiamo da punto logistico per alcuni degli eventi del territorio. Nell’ufficio turistico è possibile anche prenotare le escursioni tematiche di conoscenza del territorio che organizziamo e promuoviamo in collaborazione con Promoturismo e acquistare la guida pocket “Arta Terme e la Carnia”, che abbiamo realizzato con l’editore Viatoribus”.

Stampata in 5.000 copie in italiano e inglese, è la prima guida turistica tascabile che interagisce con lo smartphone dei viaggiatori attraverso un QRCode: contiene le esperienze wow e gli aspetti più autentici e profondi del territorio,  le eccellenze, le curiosità, grazie ai testi e alle immagini evocative firmati dal giornalista e fotografo Enrico Caraccio. Attraverso il QR Travel il viaggiatore si sposta dalla carta al digitale, trovando tutti gli strumenti pratici e le informazioni essenziali per muoversi e scoprire il territorio, guidato lungo gli itinerari con tracce GPX.

 

Commenta con Facebook