A Tolmezzo un incontro sulla tutela del patrimonio artistico durante la Grande Guerra

Venerdì 24 giugno alle 18 nella biblioteca “Adriana Pittoni” di Tolmezzo la ricercatrice Martina Visentin dell’Università di Udine presenterà un aspetto della Grande Guerra ancora poco noto e di grande interesse, ovvero l’attività di tutela del patrimonio artistico del territorio dell’allora provincia di Udine, comprendente anche quella di Pordenone, durante il conflitto.

Al momento dell’ingresso in guerra, la Soprintendenza e l’esercito italiano da subito lavorarono alacremente soprattutto nell’area montana della provincia con lo scopo di allontanare dal Friuli il patrimonio di dipinti, altari lignei, oreficeria sacra appartenenti alle chiese del territorio, oltre che ai musei di Udine e Cividale. Non meno importante fu l’azione di tutela svolta in Friuli durante l’anno di occupazione dopo la battaglia di Caporetto (1917-1918). Gli eserciti austro-ungarico e tedesco, infatti, istituirono due commissioni di protezione del patrimonio artistico a direzione delle quali vennero posti alcuni tra gli storici dell’arte al tempo più riconosciuti. L’incontro presenta tali temi avvalendosi di materiali visivi dell’epoca e mappe geografiche.