A Pontebba il Don Chisciotte contemporaneo di Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi

Dopo aver ospitato Don Chisciotte con Alessio Boni e Serra Yilmaz la scorsa settimana, il Circuito ERT porta sui palchi regionali ancora una volta il classico di Cervantes, questa volta nella rilettura contemporanea di Nunzio Caponio e con l’interpretazione di Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi. donchisci@tte, diretto da Davide Iodice per l’Arca Azzurra Teatro, andrà in scena mercoledì 29 gennaio alle 20.45 al Teatro Odeon di Latisana, giovedì 30 gennaio alle 20.45 al Teatro Miotto di Spilimbergo, venerdì 31 gennaio alle 21 al Teatro Italia di Pontebba e infine sabato 1. febbraio alle 21 al Teatro Pileo di Prata di Pordenone

Questo donchisci@tte è un testo originale che, ispirandosi all’opera di Cervantes, scaglia la simbologia di questo “mito” contro la nostra contemporaneità.
Con vesti sgangheratamente complottiste e una spiritualità naif, accompagnato da un Sancho, che è insieme figlio e disorientato adepto, il Don Chisciotte interpretato da Alessandro Benvenuti intraprende un corpo a corpo, disperante e comico, contro un mondo sempre più virtuale, spinto a trovare l’origine del male nel sistema che lo detiene.
Dall’improbabile rifugio in cui si è rintanato, lotta per mantenere intatto il suo pensiero critico coltivando ancora un’idea: l’Idea. L’unica finestra sull’esterno è rappresentata da una serie di schermi che s’affacciano su personaggi e mondi annodati, interferenze che spronano i nostri eroi all’Azione, a una qualche azione.
E se, nella giostra di pensieri che galoppano progressivamente verso l’inevitabile delirio, le menti malefiche dei giganti delle multinazionali sono il nemico contro cui scagliarsi, l’Amore è ancora il vento che soffia e muove, anche se Dulcinea, intrappolata in una webcam, può svanire dolorosamente per un banale blackout.  

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it o chiamando il CIT Latisana (0431 59288), l’Ufficio Cultura di Spilimbergo (0427 591116), il Comune di Pontebba (0428 90161) e Ortoteatro (0434 932725). 

Commenta con Facebook