A “Borghi e presepi” di Sutrio c’è anche la Casa degli Orsetti

Sabato 17 dicembre, presso la sala polifunzionale di Sutrio, è stata inaugurata la rassegna “Borghi e presepi 2022”. Questa edizione è particolarmente sentita dalla comunità, perché dal 3 dicembre il Presepe di Sutrio è abbracciato dal colonnato di Piazza San Pietro nel cuore della cristianità.

Nell’occasione la vicesindaco Fiorenza Magnani ha ringraziato Catherine della Cooperativa Davide di Tolmezzo per aver realizzato un dono speciale per il Santo Padre, ovvero una sciarpa bianca interamente lavorata a telaio. L’amministratrice, che in Giunta comunale ha la delega al Sociale, ha proposto a Catherine, oltre che tessitrice anche campionessa di ballo, di realizzare una serata benefica a Sutrio. Magnani ha concluso ricordando che durante la manifestazione “Borghi e presepi” sarà possibile assaporare le frittelle della solidarietà, che vengono vendute anche in altre occasioni dell’anno. Parte del ricavato del 2022 è stato donato al Santo Padre per contribuire al pranzo di Natale che tradizionalmente viene offerto ai poveri, mentre le offerte del prossimo anno saranno donate al reparto di medicina trasfusionale dell’Ospedale di Tolmezzo.

L’assessore alla cultura e all’istruzione Sara Morocutti ha ringraziato i bambini della scuola primaria per la loro presenza e si è complimentata per i canti natalizi svolti. Morocutti ha inaugurato la mostra “La lanterna della pace”, rassegna di disegni realizzati dalle scuole primarie di tutta la regione.

L’assessore ha spiegato come è nata l’idea della mostra, ricordando che la lanterna di legno (ferâl) di Corrado Clerici è stata portata già questa estate in Piazza San Pietro dai ragazzi della Carnia come primo tassello del presepe. Morocutti ha ringraziato tutte le scuole che hanno partecipato all’iniziativa con le loro lanterne colorate e i tanti messaggi di pace.

Domenica 18 dicembre è stata svelata anche la Casa degli Orsetti (nella foto di copertina), opera artistica e creativa di Gianpiero e Martina di Priola. Sulla strada che porta al monte Zoncolan c’è una casa fiabesca, ricca di luci, che ogni anno i proprietari decidono di arricchire con decorazioni nuove, realizzate con il legno recuperato dopo la tempesta Vaia. Orsetti, gnomi, cuori e tante luci rendono quell’angolo vicino al bosco un’esperienza da vivere per grandi e piccoli.

“Borghi e presepi” proporrà con un ricco programma fino a domenica 8 gennaio con proposte culturali, gastronomiche e tanti laboratori per bambini. Novità di questa edizione della manifestazione è la caccia al tesoro “Un tesoro di presepe” a cura della Pro Loco di Sutrio, un modo divertente per conoscere la storia e la tradizione del paese.