Anche il Consiglio regionale vuole riportare in Friuli il Rototom Sunsplash

L’Aula del consiglio regionale ha discusso e poi approvato a maggioranza la mozione n. 172 (riportare il Rototom Sunsplash Festival in FVG) dei consiglieri di Sel, dei Cittadini e dei democratici Bagatin, Codega, Cremaschi, Da Giau, Gregoris e Travanut.

Dal 1994, Osoppo è stata sede storica del Festival Rototom Sunsplash, unanimemente considerato il più grande evento europeo di musica reggae – ha ricordato il primo firmatario, Lauri (Sel) -, ma dopo 16 edizioni caratterizzate da un grande successo, nel 2008 sono stati avviati procedimenti penali e amministrativi nei confronti di alcuni membri dell’organizzazione e dell’Amministrazione comunale di Osoppo per presunte violazioni delle norme sulla sicurezza degli eventi pubblici e di quelle sugli stupefacenti.

Rototom_palco_osoppoDal 2009, in seguito alle suddette vicende, finite con l’assoluzione piena, gli organizzatori hanno deciso di trasferire il Festival in Spagna, a Benicassim, dove lo hanno riproposto riscuotendo un successo ancora maggiore e registrando un significativo incremento sia del numero di partecipanti sia dell’indotto economico (l’edizione spagnola del 2014 ha registrato 240mila presenze con un indotto di 24 milioni di euro). Inoltre – ha aggiunto Lauri -, nel 2010 il Festival ha ottenuto il riconoscimento Unesco per la promozione della pace e della tolleranza.

Ciò detto, la mozione chiede alla Giunta di impegnarsi a prendere contatto con gli organizzatori e con i sindaci di tutti i Comuni del FVG interessati e verificare la loro disponibilità a ospitare una nuova edizione di quello che è un grande evento musicale di rilevanza internazionale, rivolto alle nuove generazioni, qual è il Rototom Sunsplash, e gli eventi ad esso collegati o riconducibili. Nonché a dare la propria disponibilità a sostenerne la realizzazione.

Interventi per lo più favorevoli e trasversali, quelli dei consiglieri, che però si sono anche detti dubbiosi sulla possibilità che gli organizzatori decidano di rientrare dalla Spagna visto il grande successo ottenuto in quel Paese.

La Giunta non ha nulla in contrario ad appoggiare le richieste – ha concluso l’assessore Torrenti – purché anche il territorio sia d’accordo ad accogliere nuovamente il festival e purché non ci si aspetti una corsia preferenziale per i contributi, che seguiranno le regole che saranno dettate per le altre manifestazioni che saranno supportate dalla Regione nel prossimo triennio.

Voti favorevoli, dunque, da parte dell’Aula a eccezione di Ciriani (FdI/AN) e Novelli (FI), oltre all’astensione di Marini (FI).

I COMMENTI

GIULIO LAURI (Sel):
Il segnale che gli organizzatori del Rototom attendevano dalle istituzioni regionali, Consiglio e Giunta, è arrivato forte e chiaro. Un voto quasi all’unanimità, che include persino una parte del centro destra che ha sempre manifestato un forte dissenso nei confronti di questo evento. Il senso di questa mozione è impegnare la Giunta a esprimere la propria disponibilità e il proprio sostegno per realizzare in FVG un nuovo grande evento musicale e culturale capace di attrarre migliaia di

Giulio Lauri
Giulio Lauri

giovani di tutta Europa, come avveniva con il Rototom Sunsplash Festival, facendo gli opportuni tentativi per riportare in regione una nuova manifestazione di alto rilievo culturale e di grande ritorno economico e cercando un accordo in tal senso con gli organizzatori del Rototom che nel 2009 furono costretti a emigrare in Spagna.  Il sindaco di Osoppo e quello di Tramonti di Sotto hanno dichiarato la loro disponibilità a ospitare ulteriori edizioni del festival o altri eventi riconducibili a Rototom. Gli organizzatori chiedevano un segnale da parte delle istituzioni, che è arrivato forte e chiaro sia dal Consiglio che dall’assessore Torrenti, che si è espresso disponibile ad accogliere la richiesta in accordo con le istituzioni del territorio. Considero molto positivo che il voto sia andato al di là della maggioranza, superando i pregiudizi ideologici che hanno caratterizzato il passato. Recentemente l’Unesco ha rilasciato al Rototom Sunsplash Festival un riconoscimento per la promozione della pace e della tolleranza e, in un’epoca come questa caratterizzata da spinte razziste e xenofobe, eventi di questo tipo assumono una rilevanza culturale ancora maggiore perché contengono un messaggio di interculturalità. E poi bisogna superare i pregiudizi: è vero che anche in quel festival si è fatto uso di stupefacenti, ma questo vale per la maggior parte dei grandi eventi musicali o sportivi che si tengono anche nella nostra regione o in molti locali di pubblico spettacolo. Quella contro il Rototom è stata una strumentalizzazione ideologica inaccettabile ed è positivo averla superata, e con l’assenso di quasi tutto il Consiglio“.

BARBARA ZILLI (Lega Nord):

Barbara Zilli
Barbara Zilli

“Riconoscere l’importante contributo reso dalle forze dell’ordine nella repressione dei reati e prevedere, come in passato, accordi con le forze di polizia per garantire il regolare svolgimento della manifestazione: a questa richiesta ho condizionato il voto favorevole alla mozione per riportare in regione il Rototom Sunsplash.

L’auspicio è che si possa riportare al più presto nel parco del Rivellino di Osoppo una manifestazione di pregio come il Sunsplash, che ha dato lustro al territorio del Gemonese creando molteplici ricadute positive. Averlo perso è stato un vero e proprio scippo. Alla mozione sono state apportate alcune sostanziali modifiche da me proposte; la  previsione di tali accordi nel testo della mozione oggi adottata assicurerà l’impegno di tutti per rendere il Festival davvero solo espressione della musica reggae, garantendo nel contempo il suo svolgimento in sicurezza”

Commenta con Facebook