I Celti sui monti di smeraldo da Zuglio a Lubiana

Dopo il notevole successo di pubblico, con quasi quattromila ingressi registrati da giugno a ottobre 2015, l’interessante progetto espositivo “Celti sui monti di smeraldo”, promosso dal Museo archeologico di Zuglio in occasione dei vent’anni dalla sua apertura, valica fisicamente il confine geografico con la vicina Slovenia e approda a Lubiana, nelle sale espositive del nuovo polo museale del Narodni Muzej Slovenije, il Museo Nazionale della Slovenia.

Uno spostamento quasi naturale se si tiene conto che il progetto è nato proprio per superare i confini. La mostra, infatti, attraverso un apparato iconografico coinvolgente e un grande sforzo scientifico, ha riunito, in maniera ragionata, le testimonianze finora note sulla presenza dei Celti nel Friuli Venezia Giulia, mettendole a confronto con quelle delle zone limitrofe, Veneto, Austria meridionale, Slovenia occidentale.  Una inedita prospettiva territoriale che ha messo in risalto significativi tratti comuni attraverso un percorso di lettura articolato in tre sezioni principali, eloquenti dei vari passaggi, incursioni e stanziamenti avvenuti a partire dal V secolo a.C.

zuglio_celti-sui-monti-smeraldo-630x340Più di quattrocento i reperti esposti, provenienti dalle Soprintendenze archeologiche del Friuli Venezia Giulia e del Veneto e da numerosi musei italiani e stranieri, per portare a compimento un’iniziativa che ha suscitato grande interesse e grande curiosità e che ha segnato una tappa importante per gli studi sul celtismo nell’arco alpino orientale.

Ancora una volta l’Amministrazione Comunale di Zuglio, che con determinazione e impegno finanziario ha promosso la mostra, è riuscita, dunque, nell’intento di realizzare un evento di richiamo anche per un pubblico non esperto del settore, attraverso un allestimento curato e contenuti di qualità.

Dal 2 gennaio la mostra è stata spostata in Slovenia,  con il titolo “Kelti S Smaragdnih Gora” e con un nuovo percorso, presso la sede Metelkova dove sarà visitabile, con apparato illustrativo bilingue, fino al 31 marzo 2016.

Venerdì 15 gennaio, alle ore 12.00 avrà luogo la presentazione ufficiale, un evento promozionale che vedrà la presenza di rappresentanti delle Istituzioni culturali sia slovene che italiane.

 

Alla mostra è stato dedicato anche il volumetto “Celti sui monti di smeraldo” della Collana “Frammenti” della Soprintendenza Archeologia del FVG, a cura di F. Oriolo, G. Righi, A. Ruta Serafini, S. Vitri, edito da Luglio Editore.