VIDEO – Radio Studio Nord media partner di “MusiCarnia 2018-2019”

Sta per partire l’edizione 2018_2019 di MusiCarnia, progetto partecipativo culturale che dal 2016 promuove il territorio della Carnia attraverso l’arte e la musica, che rappresentano il veicolo più immediato di comunicazione delle emozioni e lo strumento più significativo per favorire l’aggregazione e l’interazione fra le persone, soprattutto tra le giovani generazioni.

Il progetto, curato dall’Associazione Culturale Euritmica, con la direzione artistica di Giancarlo Velliscig, è sostenuto dall’Assessorato alla Cultura della Regione FVG e dal Comune di Tolmezzo, con la collaborazione della Cooperativa Sociale Onlus Itaca, della Pro Loco Tolmezzo e di Arci Cocula. Due le radio partner della rassegna: Radio Onde Furlane e Radio Studio Nord, oltre alla webmagazine d’arte e cultura instArt. Parte del ricavato dei primi due concerti, Quintorigo e Maieron, sarà devoluto alla raccolta fondi avviata dalla Protezione Civile, a seguito dei recenti, violenti eventi atmosferici che hanno colpito la Carnia.

LA CONFERENZA STAMPA DI OGGI A TOLMEZZO

 

L’edizione 2018_2019 partirà il 1° dicembre con il concerto dei Quintorigo (Teatro Candoni, ore 20.30), un gruppo che non ha eguali quanto a creatività, composto da musicisti di prim’ordine che sperimentano diversi generi musicali senza mai disconoscere la propria identità. Al Candoni, i Quintorigo, con il loro nuovo cantante friulano Alessio Velliscig, presentano “Opposites”, il loro nuovo album doppio, ma è di freschissima uscita anche il singolo di #MarioBiondi, I Wanna Be Free, con il loro featuring. Qual è la strada più breve fra Ornette Coleman, i Rage Against the Machine e Kurt Weil? Il personale itinerario proposto dai Quintorigo è proprio questo: una rivisitazione di classici e un dialogo con essi, inserendovi anche brani originali, sempre nella massima libertà artistica in un miscuglio esplosivo e inedito. Non c’è una sola direzione in quest’album, ma un meltin’ pot dove l’unione di molteplici stili si insinua in un percorso articolato fatto di deviazioni, scorciatoie e raccordi, diramando le idee e trasformandole, creando una rete di suoni e note che ci permette di viaggiare in poco tempo nella storia della musica!

 

Tutto dedicato alla musica e alla cultura friulana il secondo appuntamento della rassegna: sabato 8 dicembre, sempre al Teatro Candoni (alle 20.30), il cantautore, scrittore e poeta Luigi Maieron presenta, in anteprima per MusiCarnia, il suo ultimo disco, “Non voglio quasi niente”, in uscita proprio nei giorni del concerto.

Maieron, che Gianni Mura ha descritto su Repubblica “un albero che ha il dono della parola”, è anche uno dei tre protagonisti di “3 uomini di parola…” assieme allo scrittore-artista alpinista Mauro Corona e al giornalista Toni Capuozzo. Descrivendo in un’intervista questo nuovo album, Gigi spiega che si tratta di un lavoro molto diverso dai precedenti, meno tradizionale, che racconta il tempo presente, che parla di sentimenti profondi e degli amori della maturità, capaci di far sognare restando con i piedi per terra… ma “con l’interruttore dell’anima sempre acceso”.

Il 2019 si apre con un concerto sin d’ora carico di aspettative, quello di Vasco Brondi – Le Luci Della Centrale Elettrica.

Al Candoni giovedì 10 gennaio, fa tappa il tour teatrale di Vasco Brondi per festeggiare i dieci anni e la conclusione del progetto Le luci della centrale elettrica. Si mescoleranno le canzoni dal 2008 al 2018 a letture e a racconti dell’Italia vista dal finestrino per milioni di chilometri, tra la via Emilia e la via Lattea. “2008-2018: Tra la Via Emilia e la Via Lattea” è anche il titolo del doppio album uscito ad ottobre, una sorta di testamento artistico. Sul palco del teatro tolmezzino con Brondi, ci sarà la band formata da Rodrigo D’Erasmo (violino), Andrea Faccioli (chitarre), Daniel Plentz e Anselmo Luisi (percussioni), Daniela Savoldi (violoncello), Gabriele Lazzarotti (basso) e Angelo Trabace (pianoforte), Dieci anni, cinque album, due libri, una graphic novel, una serie di incontri importanti da cui sono scaturite collaborazioni preziose per un’evoluzione artistica che non ha mai tradito quell’idea di libertà e di indipendenza, lontana dalla mode o dalle tendenze, che continua a contraddistinguere la produzione di Vasco Brondi.

Lunedì 29 aprile, Arena Centro Studi. Tolmezzo ospiterà uno dei musicisti di spicco del jazz italiano, il trombettista siciliano Roy Paci. Dopo il successo del suo ultimo cd e del tour, “Valelapena”, la firma, assieme a quella di Remo Anzovino, della colonna sonora del docu-film di Emanuela Audisio “Da Clay ad Ali. La Metamorfosi”, dedicato al grande pugile americano e la partecipazione con Diodato tra i venti big in gara all’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Adesso”, Roy porta nel capoluogo carnico il suo nuovissimo spettacolo che lo vede al centro di un coinvolgente narrato musicale e personale, in una sorta di teatro canzone

Quasi a voler seguire una specie di circolarità progettuale, sabato 11 maggio, all’interno della programmazione della quinta edizione del “Maggio Letterario”, rassegna che porta a Tolmezzo alcuni tra gli autori più in vista del panorama letterario e culturale italiano, MusiCarnia presenta l’eccezionale performance di Massimo Zamboni, fondatore, assieme a Giovanni Lindo Ferretti, del gruppo CCCP Fedeli alla Linea e successivamente dei CSI. In questo spettacolo Zamboni mette in scena il racconto acustico del viaggio compiuto assieme a Vasco Brondi/Le luci della centrale elettrica sulle acque magiche e surreali del Tartaro, uno dei tanti canali che solcano la pianura nella zona del Polesine. L’atmosfera di quell’esperienza, raccontata a quattro mani nel libro Anime Galleggianti (La nave di Teseo ed.) si trasforma così in un sogno avventuroso, un camminamento celestiale. E mentre la chitarra, le parole, le musiche di Zamboni accompagnano le immagini del viaggio, girate da Piergiorgio Casotti, si avvertono le presenze silenziose di coloro che di quegli stessi luoghi hanno saputo raccontare la malinconica e terrestre bellezza: Zavattini, Ghirri, Celati, Bassani, Olmi.

I biglietti per i concerti di MusiCarnia sono disponibili on line su VivaTicket e circuito collegato e nelle seguenti prevendite: a Tolmezzo all’Edicola Il Fiammifero Via Giacomo Matteotti, 2 tel. 0433 2348 e a Udine all’ Angolo della Musicadi Via Aquileia 89, tel 0432 505745. Prenotazioni anche via e-mail a stampa@euritmica.it.

Le Luci della Centrale elettrica anche su Ticketone.it.

BIGLIETTI:

QUINTORIGO sabato 1 dicembre ore 20.30 Teatro Candoni @Tolmezzo

Intero numerato € 12 + d.p. / Ridotto giovani e studenti under 26 € 8 + d.p.

(per i ridotti, verrà richiesto un documento attestante lo stato di under 26)

——————————————————————————————————————————–

LUIGI MAIERON sabato 8 dicembre ore 20.30 Teatro Candoni @Tolmezzo

Intero numerato € 6 + d.p.

——————————————————————————————————————————–

LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA / VASCO BRONDI giovedì 10 gennaio 2019

ore 20.30 Teatro Candoni @Tolmezzo

Online su Ticketone e Vivaticket

Intero numerato € 22 + d.p. Ridotto giovani e studenti under 26 € 15 + d.p.

(per i ridotti, verrà richiesto un documento attestante lo stato di under 26)

——————————————————————————————————————————–

 

ROY PACI mercoledì 24 aprile 2019 @Tolmezzo

Area Centro Studi di Tolmezzo

——————————————————————————————————————————–

 

MASSIMO ZAMBONI sabato 11 maggio @Tolmezzo

Spazio libri in centro a Tolmezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *