Verzegnis, Preone ed Arta Terme, tra canzoni, musica da camera e jazz

Venerdì 2 settembre alle ore 20.30 nella Sala Consiliare a Chiaulis di Verzegnis, verrà presentato a Carniarmonie l’ultimo cd del pianista e compositore Paolo Chiarandini. S’intitola “All’ombra del ciliegio in fiore”, registrato in coppia con il soprano Maria Giovanna Michelini, ed è una silloge musicale e poetica di sentimento che raccoglie in forma di Lieder significative produzioni di poeti friulani: Pier Paolo Pasolini, Pierluigi Cappello, Riccardo Castellani, Eddi Bortolussi ed Alan Brusini. È un’antologia di profondità espressive che raccoglie un ciclo di canzoni dedicate all’amore trattato nelle sue più varie sfaccettature. Il programma nasce dalla volontà di rendere omaggio alla sensibilità e all’acuta intelligenza delle voci poetiche locali assecondandone lo spirito. L’intento riuscito è stato quello di «esaltare ed illuminare i loro versi attraverso un viaggio metaforico, alla scoperta di una tenerezza spesso trascurata e dimenticata, la stessa che vibra nelle corde del nostro passato e nello spirito del Friuli più autentico», come dichiara il pianista e compositore Paolo Chiarandini.

Sabato 3 settembre alle ore 20.30 nella chiesa di San Giorgio Martire a Preone, la violinista Giulia Scudeller, il flautista Alessandro Cetro e la pianista Marina Miani, giovani interpreti raccolti nel “Trio Gaubert”, proporranno un programma concertistico che attraversa diverse epoche, dal trio barocco al Novecento europeo. Di Carl Philipp Emanuel Bach verrà eseguito il “Trio sonata in re minore”, di Philippe Gaubert le “Medailles Antiques”, di Bohuslav Martinů la “Sonata H. 254”, infine di Nino Rota il “Trio per violino, flauto e pianoforte”. La formazione è composta da giovani musicisti che stanno concludendo il loro perfezionamento strumentale presso importanti accademie europee, svolgendo al contempo un’intensa attività solistica e cameristica in Italia e all’estero. Vincitori della borsa di studio Munari-Volpini in ricordo di Luigi Bon, si stanno perfezionando nei repertori di musica da camera con la professoressa Federica Repini.

Domenica 4 settembre alle ore 18 a Palazzo Savoia di Arta Terme, il celebre clarinettista e sassofonista carnico di fama internazionale, l’imprevedibile, virtuoso ed eclettico Daniele D’Agaro, con il prodigioso contrabbassista Alessandro Turchet, proporrà il progetto “Mingus fingers”. Un concerto-dedica, con strumenti ad ancia semplice di vario taglio, contrabbasso e percussioni, al virtuoso Charles Mingus, contrabbassista e compositore, leader di compagini musicali che hanno tracciato la storia del jazz. Una personalità drammatica ed altisonante la sua, che verrà omaggiata attraverso un repertorio che consiste in una selezione delle sue migliori composizioni presentate in forma di suite, dove il colore di tutti i sassofoni e clarinetti, per un totale di ben otto strumenti, rinvigoriti dallo strumento contrabbasso che si fa complice e principe, daranno vita ad uno spettacolo unico per questa importante celebrazione nel novero della musica improvvisata.

Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito. Maggiori informazioni su www.carniarmonie.it