Verzegnis, Honsell chiede di recuperare la centralina idroelettrica di Pusea

“Nel corso dei lavori della Commissione regionale competente in materia di Turismo ho posto all’assessore Sergio Emidio Bini la richiesta di valorizzare dal punto di vista turistico, didattico e museale la centralina elettrica ormai in disuso nella frazione di Pusea di Verzegnis”.

Lo evidenzia in una nota il consigliere regionale Furio Honsell (Open Sinistra Fvg), ricordando che “questa frazione, ormai quasi abbandonata, ha un patrimonio esemplare di manufatti che illustrano la creatività e la capacità delle comunità carniche, sin dagli inizi del XX secolo, di sviluppare una società sostenibile. Dalla tecnica edilizia antisismica anzi tempo, fino allo sfruttamento di fonti rinnovabili, la frazione sembra un museo e un laboratorio didattico a cielo aperto. È perciò doveroso che la Regione intervenga con un contributo, affinché non si deteriori questo patrimonio di archeologia tecnologica”.

“Un sito come questo – prosegue l’intervento di Honsell, che aveva già presentato un’interrogazione sul tema a fine giugno – è un nodo ideale per quella rete di siti essenziale per promuovere il turismo lento e locale alla base di qualsiasi progetto di turismo sostenibile. Sono rimasto molto deluso dalla risposta dell’assessore che, trincerandosi dietro il fatto che la proprietà a oggi è privata, ha dichiarato che al momento la Regione non intende intervenire”.

“Come Open Sinistra Fvg, siamo molto preoccupati. Se non si interviene in un momento come questo nel quale ci sono molte risorse – conclude Honsell -, si rischia che non sia più possibile un recupero adeguato: più tempo passa, più questo patrimonio culturale si compromette”.