Un’insolita annata fa emergere la creatività del settore agroalimentare della Carnia

Periodi difficili come l’anno che si è appena concluso, richiedono grande flessibilità per adattarsi ai cambiamenti del mercato.  Per quanto riguarda il settore agroalimentare della montagna friulana, la mancanza di eventi, la riduzione delle giornate di mercato e la chiusura delle attività ricettive e della ristorazione hanno inciso notevolmente sui volumi di fatturato, già molto spesso risicati.  Tuttavia, il comparto ha dimostrato di sapersi reinventare.

Quando, a fine ottobre, si è dovuto annullare l’annuale evento “Il Filo dei Sapori”, a Tolmezzo, l’Uti della Carnia (dal 1° gennaio Comunità di montagna), che svolge abitualmente una attività di coordinamento delle aziende per le manifestazioni “Friuli Doc” e, appunto, “Il Filo dei Sapori”, ha pensato a una nuova iniziativa per dare visibilità al settore e per creare nuove occasioni di vendita.

È nata quindi la proposta “Sempre buoni, anche a Natale!”:  attraverso il nuovo sito www.ilfilodeisapori.com, infatti, tutti hanno potuto, anche da casa, scegliere, acquistare e far recapitare in tutta Italia dei cesti natalizi con prodotti locali di alta qualità. Oltre al contatto attraverso il sito web, era possibile anche concordare la consegna della confezione scelta presso una delle aziende consorziate, favorendo così il contatto diretto tra il cliente e il produttore.

Le aziende agroalimentari che hanno aderito al progetto sono state 28, tra le quali le capofila sono state il Caseificio Val Tagliamento, il Caseificio sociale Alto But, l’azienda agricola Naturpreiths, la pasticceria De Marchi e l’azienda vitivinicola Ronco dei Pini.

L’iniziativa si è sviluppata anche grazie alla collaborazione con il Carnia Industrial Park, con uno sconto riservato a tutte le aziende e dipendenti del Consorzio in un progetto comune di valorizzazione delle risorse del territorio montano.

Al termine della promozione le aziende hanno evidenziato la loro soddisfazione: non solo per i numeri di vendita, che sicuramente il prossimo anno potranno crescere, anche con una promozione più tempestiva, ma soprattutto per la visibilità che l’iniziativa ha dato alle confezioni e nel complesso a tutti i prodotti aziendali. Sempre più persone, infatti, stanno prendendo consapevolezza dell’importanza del settore agroalimentare per il mantenimento e la valorizzazione del territorio, tanto più che si tratta di prodotti di altissima qualità dal punto di vista organolettico e nutrizionale.

La Comunità di montagna della Carnia è attenta a sostenere le realtà produttive locali, soprattutto in un periodo così difficile. Con questo obiettivo, oltre alla proposta di Natale, nel corso dell’anno si sono attivate numerose collaborazioni: tra le più significative, quella con Gustocarnia, il progetto di valorizzazione della ristorazione e dei prodotti locali e quella con Promoturismo Fvg per “Pic&Taste”, la proposta dei “pic nic in montagna”. Tra questi ultimi, grande successo hanno avuto l’appuntamento denominato “Art&Taste”, presso il birrificio artigianale Foglie d’Erba di Forni di Sopra, e il pic nic nel frutteto di Lina Podrecca Del Torre a Terzo di Tolmezzo.

Commenta con Facebook