Una serata ad Enemonzo per parlare degli “Aspetti dell’Età del Ferro in Carnia”

Venerdì 26 agosto si svolgerà l’ultimo appuntamento del XXXIII Agosto Archeologico, che si terrà a Enemonzo presso il Centro Sociale in Via Nazionale 18 alle ore 18.30 (l’orario è stato anticipato rispetto a quello pubblicato nelle locandine). In questa occasione la dott.ssa Serena Vitri (già Soprintendenza Archeologica del Friuli Venezia Giulia) ci parlerà degli “Aspetti dell’Età del Ferro in Carnia”.

La prima metà del I millennio a. C. (prima età del ferro) è stata contraddistinta in Carnia da insediamenti stabili su altura o pendio con necropoli ad incinerazione; nella seconda età del ferro, fino alla romanizzazione (II-I sec.a. C), il popolamento è mutato e rarefatto e si sono inseriti nel territorio gruppi di cultura celtica, che praticavano il sacrificio e l’esposizione delle armi. Si farà riferimento ai siti più importanti dei due periodi.

Serena Vitri, già funzionario archeologo della Soprintendenza per i Beni archeologici del Friuli Venezia Giulia, si è occupata della Carnia dagli anni 90 del ‘900. Ha coordinato l’allestimento del Museo di Zuglio di cui ha fatto la funzione di Direttore per alcuni anni. Dal 2002 al 2013 è stata Direttore del Museo Archeologico di Cividale.