Un’estate di eventi per vivere, scoprire e amare Gemona

Il ritorno di Glemmy, quest’anno dedicato agli anni Sessanta, e un calendario di serate che avranno come protagonisti libri, musica e cinema, animeranno fino a settembre l’estate di Gemona, proseguendo la serie di appuntamenti già iniziati con i “fine settimana in centro”.

Dopo la Cena Medievale di Tempus est Jocundum, il primo dei tre mini-concerti dei Filarmonici Friulani e l’inaugurazione della mostra del Gruppo Fotografico Gemonese, martedì 4 alle ore 21 Paolo Mosanghini, con le sue “Tre vedove (quasi) inconsolabili”, inaugurerà sul sedime della chiesa della Beata Vergine delle Grazie la rassegna “Letture sotto le stelle”, organizzata dal Comune in collaborazione con l’associazione “Valentino Ostermann” e la Pro Glemona. Le manifestazioni proseguiranno, poi, con “Gli anni ’60 tra le pagine dei libri” e con la Multivisione di Claudio Tuti che, rispettivamente il 7 e l’8 agosto, daranno ufficialmente il via a “Glemmy’60”. 

 

Ce ne sarà davvero per tutti i gusti e così, già dalle prime giornate del mese, gemonesi e non potranno scegliere tra il concerto del 6 sul sagrato del Duomo, inserito nel prestigioso progetto “Fiumi di Note”, curato da Dory Deriu Frasson e Davide Fregona, e le irresistibili atmosfere degli anni Sessanta, suscitate dalle voci dei lettori della Civica Biblioteca Glemonense, autentico “motore” di Glemmy, nonché dalle note, dalle immagini e dai film di un decennio entrato nel mito: un viaggio nel tempo che si terrà nella splendida cornice di piazzetta Fantoni grazie alla sinergia, oltre che con la Pro Glemona, con il Gruppo Fotografico e con la Cineteca del Friuli, che organizza il cinema all’aperto nel parco di via Dante.

“Non vedevamo l’ora di ripartire con una serie di proposte culturali per ampliare l’offerta estiva –  afferma l’assessore alla cultura Flavia Virilli – e ringrazio di cuore gli uffici, quello cultura in primis, oltre alle maestranze comunali e a tutti i partner, per l’enorme sforzo messo in atto affinché il nostro centro storico si trasformi in un salotto a cielo aperto, dove divertirsi e innamorarsi della nostra splendida città e delle suggestioni che ci verranno da collaboratori storici e irrinunciabili e da ospiti prestigiosi, tra i quali Ilaria Tuti e Lucio Degani de “I Solisti Veneti” ”.

“In queste prime settimane di intrattenimento – conclude il sindaco Roberto Revelant – la risposta del pubblico è stata incoraggiante e per questo ringrazio ancora il consigliere Michelangelo Giau e l’assessore Giovanni Venturini, ora le proposte si ampliano ulteriormente pertanto invito i nostri concittadini a vivere la città e il centro, spalancando le porte alle comunità limitrofe e ai turisti, affinché scoprano anche i nostri bellissimi musei e i luoghi d’arte”.

Per il programma completo delle iniziative si invita a consultare i profili social dell’Ufficio Turistico di Gemona.

 

Commenta con Facebook