Un bando regionale per le piccole e medie imprese di Amaro, Tolmezzo e Villa Santina

La Regione Friuli Venezia Giulia ha emanato il Bando 2020 per la concessione di incentivi per nuovi insediamenti ovvero per l’ampliamento degli insediamenti esistenti nelle aree industriali di competenza dei Consorzi.

Come per gli scorsi anni il bando prevede contributi in conto capitale per nuovi insediamenti produttivi, ma anche per ampliamenti, o programmi di riconversione produttiva, di imprese già insediate nelle aree industriali. Nel caso della Carnia per le aree di AmaroTolmezzo e Villa Santina (nella foto).
Il bando è rivolto alle Piccole e Medie Imprese che operano nei settori della produzione e dei servizi, localizzate o che localizzeranno l’attività nelle aree industriali. Per specifiche categorie di spesa, possono risultare beneficiarie anche le Grandi Imprese.
A caratterizzare la proposta di investimento dell’impresa dovrà essere il valore minimo dell’investimento previsto, almeno 500.000 euro per le PMI e 1.000.000 per le GI e le ricadute occupazionali nel triennio successivo. Particolare attenzione, nelle linee di contributo è posta al rinnovo degli impianti di produzione e agli investimenti per l’efficientamento energetico.
Le iniziative finanziabili riguardano infatti:
– creazione di un nuovo stabilimento;
– ampliamento dimensionale di uno stabilimento esistente;
– riconversione produttiva di imprese già insediata con investimenti in impianti;
– progetti di investimento di tutela ambientale, destinati all’attività produttiva, esclusivamente per autoconsumo.
Per i primi due anni del programma di investimento è altresì previsto una contribuzione sui costi del lavoro del personale neo-assunto.

La domanda di incentivo, corredata dal progetto di investimento, può essere presentata dalle imprese entro le ore 16:00 del 26 febbraio 2021.

«Si tratta della misura di incentivazione senza dubbio più importante e utilizzata dalle aziende. – dichiara il Direttore del Carnia Industrial Park, Danilo Farinelli –. L’unica che consente di accedere, congiuntamente, a contributi in conto capitale per la realizzazione di nuovi fabbricati o per l’ampliamento di quelli esistenti e al contempo di acquisire nuovi impianti e macchinari. Contiamo, grazie al servizio di affiancamento e consulenza da noi proposto, che anche per il 2020 le aziende della Carnia possano risultare tra le principali beneficiarie dei fondi disponibili».  

Per saperne di più CLICCARE QUI.

Commenta con Facebook