Uccide a coltellate la moglie, dramma a Codroipo

Una donna di 40 anni, Elisabetta Molaro, è stata uccisa a coltellate dal marito Paolo Castellani, di 44 anni, la notte scorsa a Codroipo dopo una lite.

L’uomo è stato fermato alcune ore dopo dai carabinieri in direzione Villa Manin; era in stato confusionale. I militari dell’Arma lo hanno trovato mentre seminudo vagava a piedi, con ancora addosso gli abiti sporchi di sangue e lievi lesioni alle mani. Lo hanno portato in caserma, dove si trova in stato di fermo. Fino a questo momento non avrebbe fornito dettagli su quanto accaduto.  Il coltello utilizzato per l’omicidio, lungo 27 centimetri, è stato trovato nel letto del fiume Stella, vicino al quale era parcheggiata l’auto.

La donna è stata trovata sul pavimento della camera da letto, colpita da decine di fendenti da arma da taglio localizzati sul collo e sul torace.

Nell’abitazione al momento dell’omicidio c’erano anche le due figlie (di 5 e 8 anni) della coppia, che stavano dormendo e sono state affidate ai nonni.

Dalle prime indicazioni pare che i due coniugi si stessero separando.

Il Pubblico Ministero, alla presenza dell’avvocato difensore, ha sottoposto a interrogatorio il 44enne, il quale ha confessato la propria responsabilità e ricostruito in maniera dettagliata i momenti precedenti e successivi all’evento delittuoso. Al termine delle formalità di rito, Castellani è stato associato alla Casa Circondariale di Belluno, mentre nei prossimi giorni la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine avvierà l’iter per la richiesta di convalida del provvedimento restrittivo.