Tre nuovi bandi di Servizio Civile nazionale in AAS 3

L’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 3 “Alto Friuli – Collinare – Medio Friuli” comunica che anche per l’anno 2020 sono stati approvati dalla Regione FVG tre progetti di Servizio Civile: sarà data la possibilità a 14 giovani dai 18 ai 28 anni di svolgere attività presso diverse strutture aziendali.

Il Servizio Civile prevede una durata di 12 mesi (25 ore settimanali) e al volontario spetterà un assegno di 433,80 euro mensili.

I progetti approvati riguardano ambiti diversi e, in particolare, sono:

– “PORTARE LA SALUTE PIU VICINA AL CITTADINO”, per attività di comunicazione e promozione sociale all’interno della S.O. Relazioni, Comunicazione e Fund Raising

– “ACCOGLIENZA E ACCOMPAGNAMENTO NEI PERCORSI DI SALUTE”, per attività di supporto e informazione presso le sedi ospedaliere di Gemona e Tolmezzo

– “MOVINSI INSIEME! CAMMINIAMO INSIEME!”, per attività di animazione e intrattenimento presso alcune sedi del Distretto “Carnia”

Sul sito aziendale www.ass3.sanita.fvg.it è possibile leggere e scaricare i progetti nello specifico.

Ogni candidato può presentare una domanda per un unico progetto e la scadenza del bando è fissata per il 10 ottobre 2019 alle ore 14.00.

Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo domandaonline.serviziocivile.it esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

L’AAS3 vanta un’esperienza pluriennale per quanto riguarda il Servizio Civile: è infatti dal 2007 che l’Azienda 3 presenta progetti e in questi 12 anni oltre 150 ragazzi hanno già usufruito di questa opportunità.

Durante i 12 mesi, i volontari vengono affiancati a personale qualificato ed esperto che riesce a far vivere esperienze che permettono ai ragazzi di capire quale possa essere la propria strada e le proprie aspirazioni nella carriera professionale; ad esempio, non è infrequente il caso di ragazzi che per la prima volta si avvicinano a percorsi assistenziali come quelli affrontati in case di riposo o nei CSRE (Centri Socio Riabilitativi Educativi) e che in seguito sfociano nell’iscrizione a corsi di infermieristica o simili.

Diverse anche le iniziative che si creano grazie alla creatività e alla vitalità portata in Azienda dalle giovani leve: non ultimo, è il caso di “Un Libro per un Sorriso”, la recente iniziativa di book-crossing in collaborazione con il Comune di Gemona attiva nelle strutture sanitarie del Gemonese per rendere più piacevole l’attesa degli utenti e dei pazienti all’interno delle sale d’aspetto: l’intero progetto è infatti gestito da una delle ragazze che stanno svolgendo il Servizio Civile in questa annata.

“La storia del Servizio Civile in Azienda ci insegna che chi effettua l’anno di volontariato presso le nostre strutture esce con un bagaglio importante non solo dal punto di vista culturale e delle esperienze lavorative, in quanto professionali e professionalizzanti, ma che soprattutto trova molto spesso la propria strada, aspetto fondamentale nella crescita dei giovani: tutti i ragazzi che hanno collaborato con noi in questi anni ne sono la testimonianza più bella” conclude Olga Passera, responsabile aziendale del Servizio Civile.

Per qualsiasi informazione è possibile telefonare al numero 0432 989406.

Commenta con Facebook